Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, morto dopo vaccino. Funerale con rito musulmano per il taglialegna macedone

P. D. B.
  • a
  • a
  • a

Sono stati celebrati con il rito musulmano i funerali di Adenan Jajov il macedone di 30 anni che è deceduto domenica scorsa a Piansano due giorni dopo la somministrazione della seconda dose del vaccino Pfizer. La salma è tornata in Macedonia - dove vivono la moglie e i due figli - dove c’è stato appunto il rito funebre prima della sepoltura. In Italia resta aperta l’inchiesta della Procura di Viterbo avviata dopo la denuncia dell’avvocato Angelo Di Silvio per conto dei parenti che vivevano con lui. In particolare due cugini di 37 e 47 anni che gli davano lavoro come taglialegna nei boschi dell’Alta Tuscia e che lo ospitavano in casa loro. L’autopsia sul corpo di Adenan Jajov è stata portata a termine giovedì pomeriggio nella sala incisoria del cimitero di San Lazzaro. la dottoressa incaricata dal pm Michele Agragna, Benedetta Baldari, si è presa 60 giorni per consegnare la relazione. Dai primi esami non sembrano essere state riscontrate tracce di patologie negli organi. E’ stato prelevato il cuore per ulteriori indagini e i liquidi per i test tossicologici.