Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, ladri a Corchiano. I cittadini organizzano le ronde. Donna minacciata dai malviventi: indagano i carabinieri

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Continua la psicosi dei furti nel territorio di Corchiano e nella vicina Civita Castellana. In questi giorni nelle piazze reali e in quelle virtuali si stanno rincorrendo voci, più o meno attendibili su colpi andati a segno o tentati. Di certo giovedì sera, come già riportato in queste colonne, una coppia si è trovata di fronte i ladri mentre rientrava nella loro villa nelle campagne verso Fabrica. Un episodio che inquieta e che conferma il fatto che la banda che sta “terrorizzando” il territorio predilige le ore serali - quelle a ridosso della cena - e non si fa tanti scrupoli. Alcuni  furti sono stati messi a segno con le persone presenti in casa.

 

Diverse le denunce che si sono susseguite negli ultimi giorni. Una in particolare riguarda una presunta rapina. Infatti una donna che ha sorpreso i ladri nella sua abitazione sarebbe stata picchiata da tre malviventi che poi sono riusciti a fuggire senza portare via nulla. Un racconto tuttavia sul quale i carabinieri della Compagnia di Civita Castellana - impegnati per cercare di individuare i membri della banda - stanno cercando di dare qualche riscontro in più. Per adesso, da quello che sembra, non tutto torna nel racconto fornito agli investigatori. Infatti sia i carabinieri che il Comune devono fare i conti con la paura che sta dilagando. Molte persone vedono dei fantasmi: ladri dove non ce ne sono. Per questo l’amministrazione comunale nei giorni scorsi ha sollecitato un potenziamento dei controlli delle forze dell’ordine che è puntualmente arrivato. Infatti da diverse sere chi passa da Corchiano e dintorni non può non aver notato un considerevole aumento dei posti di blocco. “Chiediamo ai cittadini di mantenere una diffusa e ampia vigilanza, ma anche una grande responsabilità nel segnalare correttamente alle forze dell’ordine elementi certi e utili a facilitare le indagini, senza disperdere energie”, si legge in un post Facebook pubblicato dagli amministratori comunali nel profilo Facebook dell’ente.

 

La paura, si diceva. Come accaduto in altri territorio limitrofi i cittadini si stanno organizzando per “controllare” da soli le strade. Diverse persone - che si tengono in contatto tramite dei gruppi WhatsApp hanno organizzato delle piccole ronde per segnalare movimenti sospetti. Avrebbero aderito - almeno nelle messaggerie - diverse decine di cittadini che risiedono nella zona. E sui social c’è pure chi si lamenta per la scarsa illuminazione di alcune zone come per esempio via Civita Castellana. Per quanto riguarda le indagini i carabinieri, da quello che si è appreso, avrebbero acquisito le registrazioni di diversi sistemi di videosorveglianza. In un filmato sarebbero stati si vedono due persone vicino a una delle ville dove sono stati denunciati dei furti.