Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, ladri in villa sorpresi dai proprietari. Psicosi furti a Corchiano e Civita Castellana

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Dilaga la psicosi a Corchiano dove continua la lunga scia di furti nelle abitazioni, a volte messi a segno e molto più spesso sventati. I ladri stanno letteralmente assediando il paese delle forre colpendo a qualsiasi ora del giorno e della notte, spesso anche con i proprietari in casa.  Giovedì 11 novembre nel pomeriggio l’ennesimo colpo, fortunatamente andato a vuoto, è avvenuto in una villetta appena fuori il centro abitato, nelle campagne circostanti l’oasi del Wwf di Pian Sant’Angelo, dove i proprietari si sono ritrovati a tu per tu con i malviventi, i quali si sono dati subito alla fuga. 

 

Sempre sull’onda della psicosi e dell’emotività, si moltiplicano però anche i falsi allarmi, con cittadini che iniziano a vedere ladri o potenziali tali un po’ dappertutto. E’ successo sempre giovedì, quando i proprietari di un’abitazione tornando a casa hanno trovato la porta di casa aperta e hanno subito chiamato i carabinieri. Dal successivo sopralluogo è emerso però che all’interno dell’appartamento non mancava alcun oggetto di valore e nulla era stato toccato. Probabile che siano stati gli stessi proprietari a lasciare inavvertitamente la porta aperta. 

 

Da parte sua l’amministrazione Piergentili, come riporta una nota pubblicata sulla pagina Facebook del Comune, è ormai da giorni in continuo contatto con le forze dell’ordine per monitorare la situazione. Forze dell’ordine che in questi giorni hanno aumentato la loro attività di pattugliamento e moltiplicato gli sforzi per ampliare il controllo del territorio. L’amministrazione invita i cittadini a mantenere “una diffusa e ampia vigilanza, ma anche una grande responsabilità nel segnalare correttamente alle forze dell’ordine elementi certi e utili a facilitare le indagini, senza disperdere energie”.

 

 

Si è messo in moto anche il prefetto Giovanni Bruno, al quale il Comune rivolge un pubblico ringraziamento: “Il prefetto di Viterbo si è reso immediatamente disponibile a prendersi carico della problematica - conclude la nota - e ad attivare, se necessario, un tavolo di lavoro congiunto sulla sicurezza, oltre a supportarci nel progetto di realizzazione di una rete di video sorveglianza”. Intanto i carabinieri della compagnia di Civita Castellana, che, come detto, hanno potenziato il dispiegamento delle pattuglie, stanno passando al setaccio le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza di una delle abitazioni svaligiate, dove si vedono chiaramente due persone entrare all’interno dell’appartamento. Pare che i colpi siano opera di una vera e propria banda composta, secondo indiscrezioni, da stranieri.