Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, il campione Nba Larry Middleton condannato. Non ha pagato gli alimenti all'ex moglie

Valeria Terranova
  • a
  • a
  • a

Larry Middleton, ex campione dell’Nba, è stato condannato a un anno e otto mesi per non aver provveduto al mantenimento della ex moglie. A trascinarlo in Tribunale, Rosetta Giannetti, viterbese di 69 anni, con un passato da fisioterapista, invalida da tempo, che si è costituita parte civile con l’avvocato Luigi Mancini. Il 28 settembre scorso è stata la donna a raccontare in aula davanti al giudice Roberto Colonnello la storia d’amore e i trascorsi burrascosi tra lei e l’ex cestista statunitense, naturalizzato italiano, attualmente allenatore di pallacanestro e dirigente sportivo, che si è rifatto una vita con una nuova compagna dalla quale ha avuto dei figli.

 

“Il nostro fu un colpo di fulmine. Ci conoscemmo nel ’96 e ci lasciammo nel 2005 a causa dei suoi continui tradimenti - ha raccontato la donna -. Non mi ha mai dato un soldo anche se già allora guadagnava bene, circa un milione di euro all’anno. Dopo il matrimonio ottenne la cittadinanza italiana. Negli anni in cui siamo stati insieme facevamo una bella vita, ma tanto mi ha dato e tanto mi ha tolto. Nel 2012 mi buttò fuori di casa insieme a mia madre, novantenne, che morì poco dopo. Mi tolse tutto”. La vittima ha proseguito la propria deposizione riferendo altri particolari sull’ex marito e sulla sua condizione. “Adesso vive ad Avellino ha un’altra moglie, dei figli, una Porsche, continua a fare l’allenatore in una palestra che ha aperto, è proprietario di alcuni negozi di abbigliamento sportivo, è stato invitato come ospite in alcune trasmissioni televisive. Ha tutto, non gli manca niente - ha spiegato la donna -. Basta cercarlo su internet per capire il suo tenore di vita. Io invece mi sono ammalata e per questo ho smesso di lavorare e non ho neanche una pensione. Abito con mia figlia e sono anni che dormo in un divano letto. Sopravvivo grazie all’aiuto della mia famiglia”.

 

Il difensore, l’avvocato Luigi Mancini, ha spiegato come per oltre 15 anni Middleton non abbia mai versato neanche 100 euro e che tramite intestazioni fittizie sia riuscito a nascondere alcuni beni, tanto che per vie legali, insieme alla propria assistita, hanno anche tentato un pignoramento negli Usa. Il verdetto finale, oltre alla condanna, ha disposto un risarcimento di 10 mila euro in favore della ex moglie per i danni morali.