Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo Covid, tamponi antigenici anche nella farmacia comunale di Civita Castellana

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

Meglio tardi che mai. Finalmente anche a Civita Castellana si potranno effettuare i tamponi antigenici presso la farmacia comunale che si trova nella cittadella della salute, in via Francesco Petrarca. Come si sa i tamponi antigienici sono indispensabili per il rilascio del green pass, obbligatorio per legge sia per potersi recare sul posto di lavoro, pubblico e privato, sia per poter entrare in numerose strutture come cinema, teatri, stadi, sale giochi, ristoranti. Nelle ultime settimane la loro richiesta è lievitata.  Questa importante decisione, che prevede l’attivazione del servizio dei test antigienici rapidi Covid-19, è stata adottata dalla giunta comunale civitonica con la delibera numero 141 del 28 ottobre. 

 

La delibera stabilisce precisamente di “individuare quale punto unico dei test antigenici la Farmacia F1 di via Petrarca e che il servizio dovrà essere effettuato in orario pomeridiano dal lunedì al venerdì, secondo le modalità di organizzazione individuate dal responsabile d’area competente. Per la fascia di età da zero a 18 anni il prezzo del test calmierato è di 8 euro, mentre per la fascia di età superiore ai 18 anni è di 15 euro”. Con questa delibera il Comune civitonico colma un vuoto che aveva scatenato nelle scorse settimane molte polemiche. Il Movimento 5 Stelle aveva presentato una specifica interrogazione comunale sull’argomento, definendo questa particolare situazione locale una vera e propria “anomalia”, soprattutto perché il servizio dei tamponi viene regolarmente espletato da diversi mesi in altri Comuni limitrofi, assai più piccoli di Civita Castellana. 

 


 

“Finalmente siamo andati nella direzione giusta - dichiara il consigliere comunale pentastellato Valerio Biondi -, che non può che rendere felici e soddisfare tanti cittadini del nostro paese. Con la nostra interrogazione avevamo sollecitato l’Amministrazione comunale ad intervenire in quanto dal 15 ottobre l’obbligo del green pass è stato esteso a tutti i lavoratori pubblici e privati. Oltre 8.500 farmacie avevano aderito al servizio dei test antigenici, ma non a Civita Castellana”. 
“Una situazione che stava esasperando i cittadini che, oltre all’inevitabile incremento dei costi, in tempo ed in denaro, erano costretti a recarsi fuori Comune per acquistare il tampone a prezzi calmierati - conclude Biondi -. Ora i disagi per chi ha bisogno del green pass dovrebbero terminare o quanto meno diminuire”.