Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, focolaio Covid a Orte. Solo 125 alunni su 275 hanno fatto il tampone

Beatrice Masci
  • a
  • a
  • a

Orte, cento ragazzi in quarantena, per un totale di cinque classi coinvolte. Numeri che indicano in modo inequivocabile la situazione di allarme che sta vivendo Orte sul fronte dei contagi. Contagi peraltro in aumento, ieri, venerdì 5 novembre, secondo l’ultimo bollettino della Asl, che ha accertato cinque nuovi positivi e un negativizzato. Un totale, dunque, di 53 positivi al Covid in un paese medio-piccolo come Orte. Numeri che non tengono conto dei nuovi probabili positivi che sarà possibile accertare solo oggi, grazie ai risultati dei tamponi molecolari effettuati ieri mattina a scuola.

 

“Eppure - spiega il sindaco Dino Primieri, alle prese con la prima emergenza dopo la sua elezione - ieri mattina solo 125 ragazzi, su 275, si sono sottoposti ai tamponi antigenici. I genitori degli altri non hanno ritenuto di dover aderire. Questa è mancanza di coscienza civile. Tanto più che i ragazzi continuano a frequentare feste e andare in discoteca. Certo, non possiamo bloccarli, ma ritengo che i genitori debbano fare la propria parte”. Nel frattempo, lui, il sindaco, intende non mollare la presa. E come primo atto ha chiesto a polizia locale e carabinieri di raddoppiare i controlli per evitare gli assembramenti e verificare il corretto uso delle mascherine. “Sono molti i luoghi, a cominciare dai bar ma anche piazze e vie, in cui i ragazzi sono soliti riunirsi. Ed è in questi luoghi che saranno raddoppiati i controlli. Se poi la situazione di allarme non dovesse rientrare - conclude il sindaco - non escluso ordinanze specifiche”.

 

Ordinanze che al momento non riguardano le scuole. “No - chiarisce Primieri - le scuole sono piuttosto rigide sui controlli e sull’uso delle mascherine. Ci sono cinque classi in quarantena e da quel punto di vista la situazione è al momento sotto controllo. Verificheremo e continueremo a monitorare, nel caso interverremo. Quello che invece mi preoccupa è la situazione in paese. Invito tutti a recarsi, oggi, al camper che la Asl ha messo a disposizione per effettuare i vaccini. Non occorre neppure la prenotazione. Basta presentarsi per potersi vaccinare, spero veramente che i cittadini aderiscano in massa”. Il camper sarà presente a Orte, presso gli impianti sportivi, dalle 9,30 alle 16. Il vaccino utilizzato è il Pfizer e potrà essere somministrato a cittadini con età superiore ai 12 anni, prima dose, o come terza dose, ma, in questo caso, solo alle categorie previste dalla nota ministeriale, ossia tutti gli over 60, gli over 18 con patologie e le categorie fragili. Se le adesioni supereranno la disponibilità di dosi di vaccino per la giornata, la Asl provvederà a organizzare in città una seconda tappa. Il camper della Asl arriverà a Orte con cento dosi di vaccino, ma con l’impegno a effettuare una seconda tornata nel caso si presentassero più persone all’appuntamento. Il sindaco Primieri lo spera.