Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, rotatoria pericolosa. Scatta l'allarme in via Ferretti a Civita Castellana. "E' al buio"

A. P.
  • a
  • a
  • a

Civita Castellana, la rotatoria di via Vincenzo Ferretti va sistemata al più presto perché, nelle condizioni precarie in cui si trova oggi, si trasforma spesso in un teatro di incidenti stradali. Quando venne costruita, alcuni fa, questa rotatoria aveva il compito di svolgere l’importante funzione di velocizzare e di semplificare il traffico cittadino nella zona nevralgica dove si interseca la sostenuta circolazione stradale di via Vincenzo Ferretti (che da un lato conduce verso l’ospedale Andosilla e la via Flaminia, dall’altro verso via Roma e il Ponte Clementino) e quella proveniente da piazza Guglielmo Marconi. Un ruolo che viene svolto quotidianamente, ma che potrebbe essere decisamente migliorato soprattutto tenendo conto dell’aspetto della sicurezza sia per i pedoni che per gli automobilisti.

 

"Purtroppo - spiegano i residenti e i commercianti della zona di via Vincenzo Ferretti - la rotatoria è priva di luce da circa un anno e mezzo fa quando il palo centrale dell’illuminazione pubblica venne abbattuto da un veicolo. Sembra che l’amministrazione comunale in questi giorni abbia deliberato e stanziato dei fondi per sostituirlo. Sia in grande attesa. La mancanza di illuminazione infatti crea davvero molti disagi e provoca incidenti. Chi non conosce la strada, penso ai forestieri, spesso prosegue dritto con la propria auto senza fermarsi o rallentare. Ora che è inverno e il buio arriva prima rispetto alla stagione estiva la situazione è peggiorata".

 

"Ma oltre alla necessità di ripristinare la luce va rivista anche la segnaletica sia orizzontale che verticale. Appena due giorni fa si sono verificati due incidenti, uno di mattina e uno di sera. In entrambi i casi le automobili sono transitate sopra il cordolo centrale della rotatoria, che funge da spartitraffico, causando parecchi danni. Va anche detto che non di rado ci si imbatte in automobilisti poco esperti che non danno la giusta precedenza. Insomma la situazione va affrontata e risolta nel modo più idoneo ed efficace possibile. Ogni giorno si rischia. Per evitare il caos che regna da tempo è necessario intervenire e mettere a norma e in sicurezza questa struttura attorno alla quale ogni giorno transitano centinaia di mezzi”, concludono.