Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, cinghiale di 175 chili abbattuto dalla squadra Pelofino di Valentano

  • a
  • a
  • a

Si è aperta lunedì 1° novembre la caccia al cinghiale, e subito la squadra del “Pelofino” di Valentano ha messo a segno un colpo di quelli memorabili. La prima battuta ha infatti consegnato alla storia due abbattimenti straordinari. Il primo in assoluto è quello del cinghiale di 175 chili che è stato ribattezzato Tatanka, in quanto talmente grande da assomigliare ad un bisonte. L’altro, animale abbattuto probabilmente il cucciolo, si fa per dire, pesava “solamente” 125 chili. 

 


 

Due grossi cinghiali che hanno imperversato almeno per due anni sul territorio provocando molti danni, alcuni dei quali denunciato dalle loro condizioni. Più volte sarebbero stati investiti da autovetture e ogni volta avrebbero riportato solo leggere ferite e si sarebbero rintanati nei boschi lasciandosi dietro auto da afidare al carrozziere o da rottamare.

 


 

Tatanka aveva due zanne laterali grandi come pugnali e cicatrici un molte parti del corpo. Era sopravvissuto anche ai pallettoni sparati chissà quando e rimasti conficcati nelle sue carni. Tatanka e il suo compagno, lunedì, ieri, sono stati stanati dai cacciatori grazie al fiuto infallibile del segugio Nina, una femmina dachsbracke di otto anni. La squadra era composta da sette persone ed è convinzione comune che il loro record di abbattimento sia destinato a durare a lungo.