Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La chef stellata Iside De Cesare ambasciatrice di Tuscia a Dubai

Veronica Ruggiero
  • a
  • a
  • a

Le eccellenze della Tuscia conquistano Dubai. Uno strepitoso successo quello raccolto dalla chef stellata Iside De Cesare, che con i suoi piatti ha deliziato i palati all’Expo di Dubai. Un’esperienza emozionante, come lei stessa l’ha descritta, quella che la professionista della cucina ha vissuto tra i fornelli del ristorante “Bella”, presso il Grand Millennium Hotel, grazie ad un evento organizzato dalla Regione Lazio dal titolo “Sotto le stelle del Lazio-Lazio terra antica”. Il menù servito ai presenti è stato un vero e proprio inno ai prodotti agricoli della nostra terra, trattati e cucinati dalle sapienti mani di chi ha saputo conquistarsi un posto tra le stelle per la brillante passione e la fantasia dimostrate in cucina.

“E’ stata un’esperienza veramente bella - ha raccontato Iside De Cesare -. Ho portato la cucina del territorio anche se naturalmente reinterpretata come facciamo qui nel mio ristorante La parolina. Io e la mia brigata abbiamo aperto il menù con il caviale di lenticchia nera, un piatto povero servito in una scatoletta di caviale per sottolineare l’opulenza e la nobiltà del prodotto della terra e del lavoro che di chi la coltiva”. Protagonista della tavola anche la nocciola dei monti Cimini, servita in versione salata su una tartare di carne, poi ancora lo zafferano di Nepi e la polvere di lamponi dei Cimini serviti in risotto. Piatto forte della cucina made in Tuscia i tortelli ripieni di ceci e funghi porcini, saltati in aglio, olio e peperoncino serviti su una spuma d’aglio di Proceno. Per il gran finale la chef ha deciso di utilizzare la ricotta e le castagne presentando una Pavlova a base di questi ottimi prodotti e un vassoio in rappresentanza dell’Italia tutto da gustare composto dalle miniature dei dolci tradizionali regionali.

“Anche in questo caso, come in ogni esperienza in cui si ha l’occasione di cucinare in altri luoghi - ha raccontato la chef stellata - porto a casa un bagaglio culturale importante. Lo scambio di idee, di tecniche e punti di vista sull’interpretazione e l’esecuzione di un piatto è sempre interessantissimo. E’ stata un’esperienza unica all’interno di una manifestazione Expo in un momento complicato come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia, quindi è stato anche il primo viaggio dopo anni e questo sicuramente lo ha reso speciale ed emozionante anche al di là dei contenuti”. Numerosi i fortunati ospiti che hanno potuto gustare la cucina gourmet di una professionista conosciuta a livello internazionale.