Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, lupo sbrana pecora nel giardino di una casale. Paura nelle campagne di Castel Sant'Elia

A. P.
  • a
  • a
  • a

Castel Sant'Elia, in un casale situato nelle campagne di Fabbrece, un lupo è riuscito ad entrare all’interno di un giardino e divorare una pecora. A raccontare quanto accaduto è il proprietario del casale che, incredulo e sconcertato, spiega: “ Verso le nove, mentre eravamo a cena, abbiamo sentito dei rumori in giardino, ma non ci siamo preoccupati. Possiedo un piccolo gruppo di pecore che sono abituate, a quell’ora, a brucare l’erba del prato. Invece tutto è stato causato da un lupo che, una volta saltata la recinzione, visto che non sono presenti né buchi nè falle lungo la rete metallica che circonda la mia casa, ha iniziato a rincorrere gli ovini, li ha sfiancati per poi afferrare al collo un esemplare. Ho trovato la sua carcassa la mattina seguente".

 

"Oltre al dispiacere - prosegue - ciò che più mi preoccupa è il fatto che il lupo sia entrato nonostante la nostra presenza in casa. E’ la prima volta che accade in questa zona, per di più all’interno di una abitazione. Come mi è stato riferito da alcuni amici veterinari, sembra che diversi lupi siano arrivati qui dalla vicina Umbria. Sono lupi affamati, in cerca di cibo in quanto in quelle zone, rispetto al passato e soprattutto all’indomani delle catastrofiche conseguenze del terremoto, il numero delle greggi al pascolo è fortemente diminuito. Di conseguenza questi animali cacciatori si sono spostati e spesso vanno alla ricerca di animali da cortile".

 

"So bene anche - prosegue il padrone del casale - che negli ultimi tempi la presenza di lupi e anche di stragi di pecore e di altri animali è aumentata. Parecchi sono gli avvistamenti fatti sia dagli allevatori che dagli agricoltori. La mia preoccupazione è che il lupo o i lupi possano di nuovo tornare. Anche se di solito fuggono alla vista degli uomini, imbattersi in essi dentro al proprio giardino di casa non sarebbe di certo un incontro piacevole. Mi auguro quindi che si tratti soltanto di un episodio isolato e di poter stare tranquillo vivendo nella mia adorata campagna insieme ai miei animali”.