Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, muore e gettano i suoi mobili e oggetti tra le ortiche. Sono stati ritrovati a Poggio del Forno di Tarquinia. Ecco di chi erano

A. M. V. 
  • a
  • a
  • a

Tarquinia, altro abbandono illecito di vecchi mobili ed altro al confine del territorio tarquiniese, oltre al danno all’ambiente un atto di incredibile mancanza di sensibilità. Gli oggetti apparterrebbero ad un’anziana, purtroppo deceduta, di Monte Romano.  A denunciare il fatto sui social un cittadino amante delle escursioni, della natura e della sua salvaguardia E. S. 
Una vita fatta di lettere, libri mobili datati gettata alle ortiche, agli occhi indiscreti di chi casualmente passa da quelle parti. Il luogo del ritrovamento si trova nella zona di Poggio del Forno, vicino all’entrata dei Bottini.

 

“I mobili erano di una persona di nostra conoscenza di Monte Romano – scrive su Facebook E. S. -, poiché abbiamo individuato a chi appartenevano. Sono state avvertite le autorità competenti e il responsabile del territorio dell’Università agraria”. 

 

Fa veramente male vedere non solo l’oltraggio alla natura che alcuni tentano di salvaguardare, ma anche la facilità con cui si getta alle ortiche la vita delle persone. Quando un anziano muore porta con sé un pezzo di vita di chi rimane, ma lascia anche tanti ricordi di sé: lettere, appunti, fotografie di una vita e quei mobili che sanno del vissuto. In vita li custodisce gelosamente ed è giusto quantomeno preservarli, occultarli alla vista di occhi indiscreti; ebbene tutto ciò non è accaduto e vedere quei poveri oggetti sparsi alla rinfusa fa male all’anima, vuol dire che non esiste più sensibilità alcuna da parte di qualcuno o di molti?  Comunque, c’è anche un’azione altrettanto indegna che è quella di gettare continuamente oggetti in mezzo ai boschi, anche se stavolta si sia sulla buona strada per risalire al trasgressore.  Ma il pensiero va alla signora che non c’è più.