Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, maltratta i genitori. Finisce in manette un 47enne

  • a
  • a
  • a

Il tribunale di Viterbo gli aveva intimato di non avvicinarsi ai genitori, ma lui, un 47enne denunciato alcuni mesi fa per maltrattamenti, si è nuovamente presentato in casa del padre e della madre. Questo il motivo per cui, nella giornata di martedì, l’uomo è stato arrestato. A procedere al suo arresto è stato il personale della divisione polizia anticrimine della questura di Viterbo, coadiuvato da operatori della squadra mobile. Ad allertare gli agenti sarebbero stati i vicini di casa degli anziani genitori. Alcuni mesi fa, per loro, si era creata una situazione diventata insopportabile, a causa dei comportamenti del figlio, che in alcune situazioni era arrivato a maltrattarli. Le cause sarebbero riconducibili a motivi di natura personale ed economica. Così martedì, dopo aver eluso il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai genitori, imposto suo tempo dal tribunale, il 47enne è finito in manette. L’arresto è stato eseguito in ottemperanza alla recentissima normativa, introdotta lo scorso 19 ottobre, che estende la portata applicativa di alcune norme della legge a tutela delle vittime di violenza di genere, con previsione, in determinate fattispecie, di un inasprimento di pena.
B. M.