Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, tour virtuale nella città dei Papi. Il sindaco Arena incontra gli alunni della Fantappiè

  • a
  • a
  • a

Viterbo, il sindaco Giovanni Maria Arena ha fatto visita alla scuola secondaria di primo grado Luigi Fantappiè per congratularsi con i ragazzi della seconda A, vincitori, con il progetto “Con il naso all’insù”, del primo premio della quattordicesima edizione del Concorso nazionale Policultura 2021, organizzato dal Politecnico di Milano. Sul posto, anche il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Daniele Peroni, il dirigente scolastico dell’istituto Valeria Monacelli, insieme ai docenti della scuola. Sono stati direttamente gli alunni a illustrare al sindaco e al direttore dell’ufficio scolastico provinciale il progetto realizzato, tra l’altro iniziato quasi per caso, sviluppato, pianificato, realizzato durante l’anno scolastico 2020-21, in piena pandemia, quando la città era in zona arancione. 

 

Questo non ha impedito loro di girare per Viterbo, “con il naso all’insù” e scoprire e riscoprire le bellezze storico-artistiche, avendo come filo conduttore il peperino. “Voglio congratularmi personalmente con voi – ha sottolineato il sindaco -. Siete stati bravissimi. In un momento delicato per tutti noi, per voi ancora di più, siete riusciti a dare grande risalto e valore alla vostra e nostra città, partendo proprio dalle sue bellezze. Avete portato Viterbo sul gradino più alto del podio, in un palcoscenico così importante come quello del Politecnico di Milano. La città è orgogliosa di voi”. 

 


 

“Un grande plauso va a voi tutti ragazzi, alla dirigente e ai docenti che vi hanno guidato in questo percorso – ha detto il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Peroni – E’ sempre apprezzabile il lavoro individuale, ma voi siete riusciti in un’impresa più ambiziosa: quella di realizzare un prodotto corale, di gruppo, in un periodo così difficile come quello che abbiamo vissuto lo scorso anno. E l’aver lavorato insieme vi ha dato l’opportunità di raggiungere un obiettivo ancora più importante. Da soli si può andare veloci, ma sicuramente insieme si va più lontano”.
I ragazzi hanno raccontato come hanno vissuto la cerimonia di premiazione e la loro emozione durante la proclamazione dei vincitori: “Ci sembrava impossibile che proprio noi, tra le duecento scuole partecipanti, fossimo coloro che più di tutti avevano saputo interpretare e tradurre lo spirito alla base del progetto. Siamo emozionati e contenti”.  Tra i componenti della giuria del Politecnico anche docenti delle Università di Milano e Padova ed esperti della Warner Bros.