Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, proiettili dei no vax a farmacia e centro analisi di Civita Castellana. Niente legami con il furto al Marcantoni

  • a
  • a
  • a

Due buste con altrettanti proiettili sono state lasciate nella notte di domenica, nella corte interna della cittadella della salute, nei pressi della farmacia e del centro analisi. Il tutto firmato da un sedicente gruppo no vax.  Nella stessa notte, ignoti sono entrati nel centro vaccinale del Marcantoni - il secondo più grande della provincia - e hanno rubato due computer. Tuttavia non sono stati toccati i vaccini e dopo una giornata di stop da oggi l’attività del centro riprenderà. Sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri per capire se l’irruzione nel centro vaccinale abbia la stessa regìa delle due lettere lasciate davanti alla farmacia e al centro analisi.

 

Infatti nella stessa notte ci sarebbe stato anche un tentativo di furto in un bar che si trova nello stesso centro Marcantoni. Dunque per quanto riguarda il centro vaccinale non si esclude che si possa trattare di semplici ladri.
I proiettili inviati alla farmacie e al centro analisi erano avvolti in un foglio di carta sul quale era stato scritto il messaggio: “No green pass, occhio”.

 

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere comunale del Pd Simone Brunelli: “Due episodi veramente allucinanti, che insieme danno l'idea della follia collettiva che stanno attraversando il nostro paese e la nostra città. Il centro vaccinale nella sala Mice di Civita devastato da movimenti no vax, proiettili intimidatori ai danni di farmacisti e lavoratori, volantini farneticanti nelle scuole che incitano all'insurrezione. La responsabilità politica di chi scimmiottando i leader nazionali sta soffiando sul fuoco del disagio sociale per un pugno di voti è disdicevole e fin troppo evidente. La mia piena solidarietà a tutti gli operatori sanitari oggetto di minacce. Non siete soli a combattere una battaglia di civiltà”.