Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, caccia al cinghiale. Bracconieri sorpresi in un bosco di Sutri. Denunciati dalla Forestale

  • a
  • a
  • a

Militari della stazione carabinieri Forestale di Caprarola (Viterbo) hanno sorpreso due cacciatori in un bosco all'interno, per centinaia di metri, dell'area protetta del parco naturale regionale "Bracciano - Martignano" nel comune di Sutri in località Selva Silla in atteggiamento di caccia, in zona vietata e  in epoca di divieto per la specie cinghiale. Infatti il calendario venatorio prevede, in via ordinaria, l’apertura della caccia al cinghiale dal 1° Novembre. Le armi usate, regolarmente detenute dai suddetti sono state poste sotto sequestro unitamente al munizionamento a palla e 2 radioline ricetrasmittenti usate dai bracconieri per tenersi in contatto durante le operazioni di caccia. I due soggetti sono stati segnalati all'Autorità Giudiziaria per esercizio di attività venatoria all'interno di un'Area Regionale Protetta ed in forma non consentita.