Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, aiuole con lo sponsor. Il Comune chiede aiuto ai privati per mantenere il verde pubblico

  • a
  • a
  • a

Viterbo, approvato questa mattina, martedì 12 ottobre, in Consiglio comunale il regolamento per l'affidamento della gestione degli spazi verdi, mediante sponsorizzazione. “Nell'odierna seduta di consiglio comunale – ha sottolineato il sindaco Giovanni Maria Arena - abbiamo approvato all’unanimità il regolamento per concedere a privati la manutenzione delle rotatorie e degli spazi verdi, in cambio della promozione del proprio marchio, attraverso l'apposizione di un cartello nell'area di cui si prenderanno cura. Un bel risultato. Un modo per condividere attivamente con la città la gestione dei nostri spazi verdi, una bella forma di collaborazione  tra pubblico e privato, con l'unico intento di garantire decoro e rispetto per le aree verdi del nostro territorio”.

 

“Un importante regolamento che consente all'amministrazione di coinvolgere e sensibilizzare soggetti privati nella manutenzione ordinaria, cura e progettazione di aree e spazi verdi – ha spiegato l'assessore al verde pubblico Ludovica Salcini, proponente della delibera approvata dal consiglio -. Uno strumento che autorizza i soggetti affidatari, singoli cittadini, più cittadini riuniti in forma associata, soggetti giuridici o attività commerciali, a prendersi cura di tali spazi e aree. Come corrispettivo riceveranno l'autorizzazione a promuovere il proprio nome/marchio attraverso l'apposizione di un cartello nell'area stessa. Un modo per coinvolgere attivamente la cittadinanza nella gestione e valorizzazione dei beni comuni, generare azioni di attenzione al decoro urbano, e, non ultimo, sostenere il recupero di spazi verdi pubblici, con una finalità sociale, estetico-paesaggistica e ambientale.

 

"Il tutto - conclude - con un risparmio per le casse comunali, in quanto, come da regolamento, la progettazione, la gestione e la manutenzione delle aree verdi e delle eventuali opere di arredo saranno effettuate a cura e spese dei soggetti affidatari e non potranno comportare alcun costo per il Comune. Un vero e proprio strumento di cittadinanza attiva, che ha preso forma con la proposta del regolamento presentata dal consigliere comunale Andrea Micci e che si è concretizzata quest'oggi con l'approvazione unanime da parte del consiglio comunale”.  La finalità del regolamento – si legge nella delibera – può essere perseguita consentendo l'assunzione in carico - per un periodo non superiore a tre anni, senza scopo di lucro, a titolo gratuito e con l'obiettivo di promuovere la propria ragione sociale – della manutenzione e valorizzazione degli spazi pubblici  quali aree dismesse, aiuole e piccole aree verdi, nonché rotatorie stradali e isole spartitraffico, permanendo per dette aree l'uso pubblico e la relativa destinazione urbanistica.