Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo Cimitero, aree chiuse per rischio crolli. L'opposizione: “Il Comune intervenga”

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

I gruppi consiliari di Pd e Rifondazione comunista hanno deciso, “vista l’indisponibilità dell’amministrazione comunale di Civita Castellana ad affrontare la delicata situazione del cimitero con serietà e lavoro d’aula”, che è arrivato il momento di coinvolgere attivamente la cittadinanza.

“Per più volte, di fronte ai nostri solleciti e interrogazioni - spiegano gli esponenti del Partito democratico e di Rifondazione comunista - ci è stato risposto che la nostra era solo una speculazione politica e che la situazione era sotto controllo, quando tutti sapevamo che così non era e le foto scattate dimostravano una situazione di degrado ingiustificabile. Solo poche settimane fa era stato annunciato dal sindaco Giampieri l’impiego dei percettori del reddito di cittadinanza e la fine del degrado del cimitero. Sapevamo che si trattava soltanto di uno spot, tanto che solo poco giorni dopo, interi padiglioni sono stati chiusi dai vigili del fuoco per rischio crolli, rendendo impossibile a molti cittadini far visita ai propri cari. Chissà per quanto tempo. Una situazione davvero inaccettabile, ampiamente prevedibile, se solo il sindaco e l’assessore responsabile si fossero mai recati sul posto e avessero dato seguito alle nostre sollecitazioni. E’ il tempo che chi amministra la città da ormai oltre due anni inizi ad assumersi le proprie responsabilità di fronte ai cittadini, perché il costo della loro incapacità e inconcludenza continua quotidianamente ad essere scaricato sui cittadini. Queste sono le nostre richieste: nuove assunzioni dirette per assicurare pulizia e decoro degli spazi cimiteriali, dando piena attuazione al piano delle assunzioni recentemente approvato. Un serio progetto di messa in sicurezza e modernizzazione del cimitero, da realizzare in tempi rapidi e certi. Inoltre, chiediamo l’immediata convocazione di una commissione consiliare aperta alla cittadinanza per dare risposte e garanzie a chi si trova nell’impossibilità di deporre un fiore sulla tomba dei propri cari. Ci aspettiamo che al più presto questo tema, finora minimizzato e trascurato, venga inserito nell’agenda politica dell’amministrazione comunale.

“Nel frattempo - concludono i consiglieri di minoranza del Pd e di Prc - chiediamo ai civitonici di dare forza alle nostre proposte per costringere la maggioranza ad investire risorse e prendersi cura di un luogo così importante per la nostra città, anziché continuare a sperperare fondi per eventi opere di indubbia inutilità".