Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Vasanello, Calabroni attaccano gruppo di podisti: dodici in ospedale

  • a
  • a
  • a

Mattinata di paura ieri a Vasanello, intorno a mezzogiorno. Argomento principe le amministrative e quindi in piazza della Repubblica numerosi capannelli di persone a scambiarsi opinioni e pronostici. D’improvviso, arriva un’ambulanza. Poi una seconda, una terza, fino a cinque. A completare il quadro di quello che sembra diventato uno scenario di guerra, si avverte il martellare di un elicottero che sta per atterrare nel parco al centro del paese. I fatti. Oltre alla tornata elettorale, ieri mattina era prevista la prima edizione del Trail delle nocciole, una gara podistica di quindici chilometri organizzata dall’Asd At Running tra i boschi della zona archeologica.

 

 

Ebbene, più o meno all’altezza della fornace aretina di Cesurli, gli atleti avevano accidentalmente calpestato un grosso nido di cruvunari rossi, vale a dire i più grossi vespidi europei, e in un batter d’occhio la gara si era trasformata nel generale fuggi fuggi del centinaio di atleti intervenuti. Molti tra loro hanno riportato fino a quattro e più punture, anche se la gran parte è riuscita a tornare in paese con le proprie gambe. Proprio in piazza, tuttavia, punto di partenza e arrivo della manifestazione, sono cominciati a crollare i primi e in breve la situazione si è fatta angosciosa. Il più grave dei malcapitati, il nepesino Amedeo Formica, è stato trasportato all’ospedale di Belcolle in eliambulanza, dove altri sette podisti lo hanno raggiunto in ambulanza. Ulteriori quattro sono stati trasportati all’ospedale Andosilla di Civita Castellana. 

 

 


Raggiunto telefonicamente intorno alle 14, Formica ha tranquillizzato sulle sue condizioni: “Ora sto bene, per fortuna non sono allergico, ma quando ti pungono cinque calabroni c’è poco da fare. Purtroppo, non è così raro in questo genere di competizioni, a me era già capitato sei o sette anni fa a Trevignano”. Insomma, alla fine il bilancio è stato di ben 12 ricoverati tra Belcolle e Civita Castellana. Ironia della sorte, fino al 2017 proprio a Vasanello Amedeo Formica ha organizzato il Giro dell’Alto Lazio, gara ciclistica dedicata al campione norvegese Knut Knudsen.