Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, quindicenne a piedi sull'autostrada. Fermato dalla polizia vicino a Orte: "Andavo a Milano"

  • a
  • a
  • a

Orte, cammina per oltre 15 chilometri in autostrada dopo aver marinato la scuola. Protagonista dell’avventura un quindicenne rintracciato nella giornata di martedì dagli agenti della polizia stradale di Orvieto nel tratto tra i caselli di Magliano Sabina e Orte. Il giovane è stato riportato a casa - in un comune in provincia di Roma vicino alla Sabina - dagli stessi agenti che lo hanno “raccolto” in strada. “Volevo andare a Milano”, ha detto il giovane agli agenti. Tuttavia l’adolescente non è riuscito a fornire altri elementi su come è entrato in autostrada e sul perché ha tentato la “fuga”.

 

 

Il fatto è avvenuto nella mattinata di martedì.  Una pattuglia della sottosezione della polizia stradale di Orvieto stava controllando, come di consueto, il tratto di competenza che va dal casello della città della Rupe, andando verso, Roma, fino a Magliano Sabina. Proprio tra quest’ultimo svicolo e quello di Orte dove l’autostrada attraversa i confini tra la Sabina, la Tuscia e l’Umbria, poco più in là delle aree di sosta, gli agenti hanno notato un ragazzo che camminava a piedi. Per la verità la sua presenza era stata notata anche da alcuni automobilisti che percorrevano l’Autosole verso Firenze.

 

La pattuglia della polizia allora si è fermata chiedendo al giovane cosa stesse facendo. Lui, candidamente, ha ammesso di non essere andato a scuola, all’insaputa dei genitori, per poi incamminarsi verso Milano. Gli agenti hanno provato a spiegargli che camminando ci avrebbe messo giorni, il ragazzo, un po’ in confusione, alla fine è salito sull’auto della polizia dopo che i poliziotti sono riusciti a instaurare con lui un sereno dialogo. Accompagnato presso gli uffici della stradale di Orvieto, dopo aver fornito il numero di telefono della madre il giovane è stato raggiunto dai suoi genitori, con cui è infine tornato a casa. 

 

Ancora non è chiaro come il ragazzo sia riuscito ad entrare in autostrada. Secondo le stime dei poliziotti prima di essere individuato ha percorso circa una quindicina di chilometri. Potrebbe essere entrato dalle barriere del casello di Ponzano Soratte che sta tra Stimigliano, Ponzano Roma e Sant’Oreste nei pressi di quello che una volta era il Soratte Outlet. E’ l’ipotesi più accreditata. Il ragazzo avrebbe percorso dunque il tratto che porta alle aree di servizio Flaminia, passando sotto al borgo di Foglia poi nell’area di Frangellini. E’ stato bloccato proprio poco dopo il casello di Magliano Sabina quando aveva superato da poco le aree di sosta che stanno in zona Campitelli e si avviava al ponte sul Tevere. Poi ha incontrato i poliziotti che hanno messo fine alla sua “fuga”.