Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, terza dose. Da oggi via prenotazioni per over 80

Esplora:

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Da una decina di giorni si stanno già somministrando a trapiantati e a malati fragili. Dalla mezzanotte di oggi nella Tuscia e nel resto della regione anche gli anziani over 80 che hanno completato il primo ciclo vaccinale da almeno 180 giorni, cioè entro il 31 marzo, possono prenotare la terza dose di Pfizer o Moderna, sul sito prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/, inserendo il numero della tessera sanitaria. Ieri intanto a Rieti c’è stato un anticipo della campagna vaccinale d’autunno tra gli ospiti delle case di cura. La prima a ricevere il siero è stata “nonna Valentina”, una ultracentenaria della Rsa Santa Rufina, sempre nel capoluogo sabino. Gli over 80 che si trovano nelle Rsa e nelle altre strutture residenziali non devono fare nulla, riceveranno la terza dose direttamente dalle equipe delle Asl, dalle Uscar o dalle strutture che li ospitano.

Anche gli ultraottantenni che hanno precedentemente ricevuto la vaccinazione a domicilio non devono fare nulla: anche loro verranno contattati direttamente dalla Asl. Nei prossimi giorni inizieranno le prenotazioni anche per coloro, sempre over 80, che hanno completato il ciclo vaccinale dopo il 31 marzo. Nella Tuscia le strutture impegnate nella somministrazione delle terza dose sono quelle solite: i tre hub del capoluogo (Mazzetta), Civita Castellana (sala Mice del centro commerciale Marcantoni) e Tarquinia (centro anziani), a cui si aggiungono i centri vaccinali di Acquapendente, Ronciglione, Montefiascone, Vetralla e Bolsena. In alternativa ai centri vaccinali, gli over 80 possono scegliere di farsi somministrare la terza dose dal medico di famiglia contattandolo direttamente, come ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.

Nel Lazio la platea interessata è di 140 mila utenti, mentre non è disponibile al momento il dato relativo al Viterbese per i noti problemi dovuti all’hacheraggio del centro elaborazione dati regionale. Sono 4,2 milioni finora i cittadini laziali che hanno effettuato la doppia dose di vaccino: oltre l’87% della popolazione adulta e l’82% della popolazione dai 12 anni in su. Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti è ottimista e confida di arrivare presto oltre l’85 per cento del totale della popolazione vaccinata, come ha dichiarato ieri a margine di un incontro elettorale a Spoleto. Sempre ieri intanto sono stati 8 i casi accertati di positività al Covid dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle: 3 ad Acquapendente, uno a Montalto di Castro, uno a Monterosi, uno a San Lorenzo Nuovo, uno a Soriano nel Cimino, uno a Viterbo. Sette di questi 8 positivi presentano un link epidemiologico con casi precedentemente accertati e già isolati, uno invece è collegato a persone che hanno dichiarato di essere sintomatiche al drive-in. Tutti stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio. In totale, alle 11 di ieri mattina, i casi di positività al Covid, residenti o domiciliati nella Tuscia, erano 16.953. Settantasette infine i nuovi guariti: 15 a Montalto di Castro, 10 a Viterbo, 8 a Montefiascone, 7 a Tarquinia, 6 a Canino, 6 a Civita Castellana, 5 a Tuscania, 3 a Marta, 3 a Monterosi, 3 a Orte, 2 a Farnese, 2 a Valentano, 1 a Bassano Romano, 1 a Bolsena, 1 Nepi, 1 a Soriano nel Cimino, 1 a Vetralla, 1 a Vignanello, 1 a Vitorchiano.