Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, muore bambina di due anni a Vallerano. Secondo lutto in un mese

  • a
  • a
  • a

C’era tutto il paese, ieri nella chiesa della Madonna del Ruscello, ai funerali di Nicole Fattorello, la bambina di Vallerano morta giovedì scorso a Roma a causa di una grave malattia che l’aveva colpita nei mesi scorsi. Le esequie della piccola, che aveva appena due anni, sono state celebrate dal vescovo della diocesi di Civita Castellana, Romano Rossi, nel giorno in cui il sindaco di Vallerano, Adelio Gregori, ha proclamato il lutto cittadino. Bandiere degli edifici comunali, degli enti pubblici e privati a mezz’asta, così come quelle degli edifici scolastici. Serrande abbassate ed esercizi pubblici chiusi durante la celebrazione del funerale.

“L’intera comunità valleranese - ha spiegato il sindaco sulla pagina Facebook del Comune di Vallerano -, colpita da questa prematura e drammatica perdita, partecipa con profonda emozione al dolore dei familiari. In questa situazione la cosa migliore da fare è quella di restare in silenzio, manifestando così il rispetto verso i familiari della bambina che ha combattuto questa battaglia con riservatezza. Con la proclamazione del lutto cittadino - ha proseguito ancora Gregori - l’amministrazione comunale, rappresentando il sentimento di tutta la comunità valleranese, intende manifestare in modo tangibile e solenne il dolore dei cittadini, colpiti da questa grave perdita”.

Ed è purtroppo un dolore che si ripete per i valleranesi, a un mese esatto di distanza dalla scomparsa di Daniele Urbani, il ragazzo di 38 anni che fu ritrovato senza vita il 25 agosto scorso nelle campagne tra Carbognano e Caprarola. Il corpo del giovane, di cui non si avevano più notizie da venerdì 20 agosto, fu scoperto in un dirupo a pochi metri di distanza dal suo furgone, un Fiat Doblò, che Daniele utilizzava per lavoro. Le esequie di Urbani, come si ricorderà, furono celebrate lunedì 30 agosto e anche in quell’occasione, come accaduto ieri per i funerali della bambina di due anni, il sindaco Adelio Gregori proclamò una giornata di lutto cittadino, provvedendo anche ad annullare tutte le iniziative che erano state organizzate per gli ultimi giorni dell’estate.