Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, rave a Valentano. Si imbuca al raduno violando l'obbligo di dimora: nei guai 33nne

  • a
  • a
  • a

Si imbuca al rave party di Valentano passando per le stradine di campagna pur essendo sottoposto all’obbligo di dimora a Viterbo. Si tratta di un 33enne di origine albanese, che attualmente risulta indagato a piede libero per aver occupato il terreno privato sul quale per 5 giorni è andata avanti la festa.  Alcuni giorni prima dello sgombero, il trentenne si era introdotto al raduno non autorizzato sulle rive del lago di Mezzano per raggiungere un amico eludendo tutti i blocchi delle forze dell’ordine.

 

Il giovane, difeso dall’avvocato Luigi Mancini, a bordo della propria auto si era diretto dal capoluogo alla volta della piccola Woodstock della techno music per partecipare all’evento musicale di Ferragosto. Avendo però trovato tutta l’area cinturata, invece di fare marcia indietro, non curante dei possibili risvolti, ha deciso di arrivare lo stesso a destinazione percorrendo strade alternative, riuscendo nel suo intento. Dopo aver trascorso lì due giorni, la coppia d’amici il 19 agosto ha dovuto abbandonare il luogo insieme ad altre migliaia di persone. Tuttavia, sulla via del ritorno, affollata dai camper fatti sgomberare nell’arco della giornata, è stato intercettato dai carabinieri che hanno riscontrato l’illecito commesso. Il legale però a tale proposito ha precisato che il provvedimento dell’obbligo di dimora emesso precedentemente nei confronti del suo assistito nel frattempo era stato revocato dal Tribunale di Sorveglianza, ma che adesso il giovane rischia grosso. Il difensore ha inoltre specificato che gli accertamenti relativi alla vicenda in questione e che riguardano il 33enne sono ancora in corso.

 

Resta ancora aperta anche l’inchiesta sulla morte del 24enne londinese, ma di origini italiane e residente a Reggio Emilia, Gianluca Santiago, morto per annegamento dopo essersi tuffato nelle acque del lago la notte tra il 14 e il 15 agosto. Sono stati gli amici del ragazzo a dare l’allarme e i sommozzatori dei vigili del fuoco lo hanno cercato per tutta la notte, ma nonostante le ricerche e le speranze di ritrovarlo sano e salvo, il corpo del 24enne è stato rinvenuto privo di vita a qualche metro dalla sponda, intorno all’ora di pranzo il giorno seguente alla scomparsa. Il 21 agosto a circa 100 chilometri di distanza in un terreno tra San Vincenzo e Campiglia, in provincia di Livorno, è stato scoperto il cadavere di una giovane donna, a cui ancora non è stato dato un nome. Secondo gli inquirenti potrebbe essere deceduta mentre partecipava al rave party e il corpo potrebbe essere stato abbandonato e nascosto tra gli olivi. Tutte circostanze e ipotesi su cui fare ancora luce.