Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Trasversale e collegamenti ferroviari finanziati dal Pnrr della Regione Lazio

Alessandro Quami
  • a
  • a
  • a

Il ripristino del collegamento ferroviario tra Orte e il Porto di Civitavecchia, il completamento della Canepina-Vallerano-Vignanello con la Orte-Civitavecchia, il ponte di Orte, il potenziamento ferroviario Orte-Falconara, la superstrada Orte-Civitavecchia attraverso il completamento della tratta Monteromano-Tarquinia. Sono alcune delle opere infrastrutturali che la Regione ha promesso di realizzare con i soldi dell’Unione europea. Il tutto rientra nella valorizzazione delle potenzialità del territorio, negli investimenti sulle infrastrutture strategiche e nel rilancio del tessuto economico e sociale di Viterbo e della sua provincia.
Lo hanno specificato, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il vicepresidente Daniele Leodori, il consigliere regionale Enrico Panunzi nell’incontro “La Regione per Viterbo. Futuro presente”, a “La Corte delle terme” nel capoluogo provinciale, dove sono stati illustrati i progetti in programma e quelli già finanziati attraverso fondi europei e regionali, insieme alle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza.
Un piano strategico nel quale rientrano anche interventi di manutenzione stradale in 38 comuni del viterbese, il ripristino del piano viabile di sette strade provinciali, l’eliminazione dei passaggi a livello nella stazione di Porta romana e Porta fiorentina, la ciclovia tirrenica e la potabilizzazione delle acque contenenti arsenico. 

 


 

“Costruire un nuovo modello di sviluppo sostenibile, innovativo, più giusto e inclusivo è possibile e lo abbiamo fatto lavorando in sinergia con le istituzioni locali, per mettere al servizio della comunità le risorse disponibili con interventi puntuali – ha spiegato Zingaretti . I progetti presentati interessano molti comuni della Tuscia ma sono destinati a produrre effetti anche al di fuori della provincia, perché partono dal potenziamento dei collegamenti non solo con la capitale ma con il sistema Paese”.  Gli fa fatto eco il vicepresidente Leodori, per cui “ancora una volta la scelta della Regione è a favore di una programmazione unitaria e integrata. È un programma che la Regione intende perseguire anche nel prossimo ciclo di programmazione 2021-2027”.  Panunzi ha precisato le opere e gli importi programmati: “Dal completamento della superstrada Orte-Civitavecchia (472 milioni), al raddoppio fino a Catalano della linea ferroviaria Roma nord; dal ripristino della ferrovia tra il porto di Civitavecchia e Orte, al potenziamento della linea ferroviaria Orte-Falconara; dalla ciclovia tirrenica a quelle dei laghi; dal completamento della strada di collegamento tra Vignanello e la superstrada Orte e Civitavecchia, al collegamento Cassia Cimina-Belcolle; dall’eliminazione del passaggio a livello di Porta Fiorentina a Viterbo, alla costruzione del ponte a Orte (15 milioni); dalla potabilizzazione delle acque contenenti arsenico, agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria della rete viaria provinciale (strade Castrense, Tuscanese, Tarquiniese, Umbro-Laziale, Ortana, Nepesina, Claudia Braccianese) per decine di milioni di euro. Per Viterbo ci sono poi i progetti di recupero dell’ex ospedale degli Infermi (40 milioni di euro) con il Borgo della cultura e del complesso di San Simone - Giuda (15 milioni)”. 

 

Nel suo tour della provincia, Zingaretti ha inaugurato anche l’Ostello Farnese, a Caprarola. Un’altra tappa di “Itinerario giovani: spazi e ostelli” del programma GenerAzioniGiovani.it, promosso dalla Regione. Da lunedì mattina infatti il patrimonio artistico e le ex Scuderie del cinquecentesco palazzo Farnese, sono spazio di ricezione e di incontro, gestito da giovani, tutti sotto i 35 anni. In un’area privilegiata e ricca di natura, arte e cultura, lungo la via Francigena, si aprono le porte al pubblico e si ospitano i giovani del Lazio, e non solo, alla scoperta di territori ricchi di tradizione e bellezza. 
“Apriamo un altro straordinario luogo di questa regione, un posto bellissimo e dal grande valore storico e lo facciamo dando spazio all’iniziativa e alla vivacità di giovani under 35 che lo trasformeranno in punto di incontro e di crescita. Abbiamo investito 6 milioni per recuperare spazi abbandonati. Sono 16 i nuovi spazi (7 siti di animazione culturale e 9 ostelli) in tutto il Lazio: abbiamo iniziato con Santa Severa e non ci siamo più fermati”, ha concluso Nicola Zingaretti.