Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, rave di Valentano. FdI chiede la diretta tv per l'informativa del ministro Lamorgese alla Camera

  • a
  • a
  • a

Continua a tenere banco, a livello nazionale il tema del rave illegale che è andato in scena intorno a Ferragosto vicino al lago di Mezzano a Valentano (Viterbo) e dunque il quale è morto annegato un giovane di 24 anni, Gianluca Santiago. A rialzare il polverone è stata l'inchiesta, la scorsa settimana, del quotidiano La Verità che ha pubblicato un carteggio tra Ministero e Prefettura dal quale emergerebbe che una colonna di camper era stata individuata prima dell'arrivo nel campo di proprietà di Piero Camilli.

 

Mercoledì 15 settembre alle 16, il ministro degli Interni Luciana Lamorgese svolgerà nell’Aula della Camera una informativa urgente sul rave party di agosto nel viterbese. "Chiarire di fronte ai deputati, che sono i rappresentanti del popolo, ciò che è accaduto in quella circostanza era giusto e doveroso". Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida. "Ma riteniamo altrettanto convintamente che anche i cittadini abbiano il diritto di sapere che cosa sia successo presso il lago di Mezzano dal 13 al 19 agosto, valutando in modo diretto le parole del ministro dell’Interno e ascoltando il dibattito parlamentare che seguirà all’informativa. Per questo motivo -aggiunge- ho scritto una lettera al presidente della Camera Roberto Fico per chiedergli di attivarsi affinché i lavori dell’Aula siano accessibili a tutti gli italiani attraverso una diretta tv sulle reti di Stato. Confidiamo sia posta la giusta attenzione alla richiesta di Fratelli d’Italia. Del resto sarebbe imbarazzante non consentire al ministro di spiegare agli italiani cosa sia accaduto, è una questione di trasparenza".

 

 "Grazie a Fratelli d’Italia il ministro Lamorgese verrà in Aula a dire la verità su quanto accaduto questa estate con il vergognoso rave party, nel quale si sono succeduti una serie di episodi criminali di vario genere e nella totale impunità. Il ministro dovrà rispondere al Parlamento italiano e chiarire quanto affermato dal quotidiano La Verità, cioè se la trattativa tra lo Stato e i criminali che hanno organizzato l’evento vi sia stata". conclude Francesco Lollobrigida.