Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, Strada 5 casali a Tarquinia nel degrado. Il sindaco chiede interventi ai proprietari dei terreno

Fabrizio Ercolani
  • a
  • a
  • a

Tarquinia, Strada dei 5 casali: prima dei lavori risistemazione e asfaltatura il sindaco Alessandro Giulivi ordina ai frontisti la regimentazione ed il convogliamento delle acque meteoriche provenienti dai terreni limitrofi alla strada pubblica. Dopo le numerose segnalazioni pervenute all’Amministrazione nelle quali è rappresentato lo stato di degrado della stradei 5 casali, in località Farnesiana, che determina un elevato pericolo per la pubblica e privata incolumità, tra le quali una lettera di un cittadino richiedeva intervento immediato e la relazione del Corpo di Polizia Locale, nella quale è segnalata la fatiscenza del manto stradale, il primo cittadino ha deciso di prendere la situazione in mano.

 


Un’ordinanza emessa dopo aver appurato che la principale causa del danneggiamento stradale è imputabile a copiosi allagamenti, causati dalla carenza di un’idonea rete di canali e/o condotte per la raccolta e la regimentazione delle acque superficiali, aggravata dalla mancata manutenzione di forme, scoline e canali di deflusso delle acque provenienti dai terreni privati ed inoltre i fondi rustici limitrofi alle pubbliche vie sono sprovvisti di idonee reti di regimentazione e convogliamento delle acque superficiali e pertanto, in occasione delle piogge, defluiscono sulla sottostante strada, trasportando vegetazione e detriti, che invadono ed intasano le vie di deflusso delle acque e provocano i disagi e le situazioni di pericolo.

 

Il sindaco Giulivi ordina ai proprietari di immobili e terreni di porre in essere tutti gli accorgimenti tecnici ed operativi per la regimentazione ed il convogliamento delle acque meteoriche, provenienti da proprietà private, la rimozione dei detriti terrosi, dei residui della lavorazione agricola e della vegetazione, ed in particolare: per quanto concerne i fondi rustici, dotare gli stessi di canali o scoli con pendenze interne tali da consentire il convogliamento e lo smaltimento, nei fondi stessi, delle prime acque meteoriche; realizzare o ripristinare adeguate e idonee opere idrauliche per la raccolta delle acque meteoriche rilasciate dai terreni di propria competenza. Un tempo di quindici giorni per ottemperare altrimenti in caso di inadempienza, previa adozione dei provvedimenti sanzionatori di legge, tutti i lavori verranno eseguiti d'ufficio e la relativa nota spese verrà posta a carico degli interessati. Nel frattempo l’amministrazione ha intrapreso, e sono attualmente in corso, interventi di restauro e risanamento della strada, impiegando risorse finanziarie comunali per oltre 125 mila euro.