Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Frecciarossa a Orte. Salva l'alta velocità. La Regione mette un milione 200 mila euro

  • a
  • a
  • a

Respiro di sollievo. Dopo un paio di giorni di silenzio finalmente arriva la schiarita sul futuro del Frecciarossa di Orte e non solo. A darla è la Regione attraverso l’assessore regionale Mauro Alessandri: “Non c’è alcun disimpegno - scrive in una nota - ma come sempre accade faremo tutto quanto ci compete, nelle modalità stabilite dalla legge e soprattutto nell’interesse dei viaggiatori, al fine di sostenere un servizio importante e assicurare a migliaia di pendolari del Lazio e non solo di poter continuare a viaggiare con regolarità e in sicurezza”.

 

“Nessun fine corsa per l’alta velocità a Orte”. Spiega meglio il consigliere regionale del Pd Enrico Panunzi che aggiunge: “Appena uscita la notizia del blocco delle prenotazioni, mi sono attivato, di concerto con l’assessore regionale Mauro Alessandri, che ringrazio, per avere chiarimenti da Trenitalia. La Regione Lazio, al termine del periodo sperimentale che, sottolineo, non è ancora finito, garantirà il servizio con un investimento di un milione e 200mila euro all’anno, destinato alla società che si aggiudicherà l’appalto. Il treno che alle ore 6.43 parte da Orte, con arrivo alle ore 9.50 a Milano, e quello che parte da Milano alle ore 19.10, con arrivo a Orte alle ore 22.20, continueranno regolarmente a fermarsi. L’alta velocità a Orte è il risultato di un lungo lavoro che ho portato avanti in questi anni, di concerto con tutte le forze del territorio. Un tassello fondamentale che ha avvicinato la Tuscia alle grandi città italiane, a cui non possiamo rinunciare”.

 

Ma l’investimento della Regione non riguarderà lo l’alta velocità Roma-Milano. Nell’investimento complessivo sono compresi anche soldi per la tratta Roma-Viterbo. “La somma che sarà messa a disposizione dalla Regione Lazio affinché il servizio non si interrompa è di 1 milione e 200mila euro all’anno, che saranno destinati alla società che si aggiudicherà l’appalto. Il contratto attualmente in essere, ma in scadenza a fine settembre, con Trenitalia verrà temporaneamente rinnovato e poi, al termine della gara, sarà sottoscritto un nuovo accordo”.