Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, elezioni comunali a Vetralla. Il centrodestra si è ricompattato ma ora si litiga sui posti in lista

  • a
  • a
  • a

Ore frenetiche quelle di ieri, al limite dell’ansia. Da una parte la preoccupazione e l’eventualità di dover eliminare, per Aquilani e Gidari, alcuni dei candidati, in un primo momento messi in lista per far posto alla quota Zelli, e dall’altra le persone che già avevano dato adesione per farne parte e che non vedevano di buon occhio, l’eventualità di essere messe fuori all’ultimo. Insomma, a un giorno dalla presentazione delle liste ufficiali, date per quattro fino a pochi giorni fa, il colpo di teatro è stato dietro l’angolo fino all’ultimo. Alla fine però, l’attesa fumata bianca è arrivata, manca solo la certezza matematica che dovrebbe arrivare in queste ore. Si tratta degli ultimi accorgimenti e limature. Pare cioè, a detta di chi era presente, che dopo tanti confronti, abbia prevalso il buonsenso da parte di tutti i protagonisti coinvolti. Un po’ grazie ai due da sempre uniti Aquilani e Gidari, che fin da subito si sono mostrati possibilisti, un po’ grazie al riavvicinamento di Zelli, e un po’ anche per l'intervento messo in campo dalle segreterie provinciali, la quadratura del cerchio sembra essere stata trovata.

 

L’accordo per un centrodestra unito a Vetralla è praticamente chiuso, seppure questo ha significato ingoiare qualche rospo ciascuno, compreso quello che corrisponde al nome di Dario Bacocco e che ha richiesto qualche sorso d’acqua in più. Con la messa in campo dell’artiglieria diplomatica e delle capacità dei singoli di ricucire lì dove era avvenuto qualche strappo, Aquilani, Gidari e Zelli si dovrebbero presentare compatti. Ci sarà da vedere ora, chi saranno i sacrificati per il bene comune, e poi non di importanza secondaria, anche le azioni di programma a cui hanno pensato i tre protagonisti. 

 

A questo punto per gli altri pare essere tutta in salita la strada, sia per Passione Civile a cui mancano alcuni pezzi importanti, sia per Vetralla Futura, di Flaminia Tosini che, anche con il supporto del Pd, qualche difficoltà ce l’ha anche lei.  Escono tutti spaccati dalla maggioranza uscente e questo non depone bene. Domani intanto comincia la campagna elettorale, quella vera, e le liste ad oggi, almeno di un colpo di coda non previsto, sono tre.