Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, aeroporto. Riprendono i voli nei week end

Esplora:

Daniela Venanzi
  • a
  • a
  • a

La soddisfazione è massima. La ripresa dei voli presso l'aeroporto civile di Viterbo, anche nel fine settimana, è una di quelle notizie che fanno ben sperare pure per l'economia locale della città. Il colonnello Sandro Cascino, comandante della scuola marescialli dell'aeronautica esprime a tale proposito, parole cariche di entusiasmo: “L'Aeronautica Militare è costantemente vicina al Paese ed alla sua popolazione, pertanto tutte le risorse disponibili sono orientate a tale direzione. Relativamente all'aeroporto di Viterbo, una delle attività fondamentali riguarda la fornitura dei servizi alla navigazione aerea che ne permette il regolare funzionamento e lo svolgimento in sicurezza dell'attività di volo degli Enti e Reparti dell'Esercito Italiano e degli organismi civili autorizzati al suo utilizzo. Garantire un servizio articolato su 7 giorni recherà un importante giovamento per tutti gli Enti che operano sull'aeroporto, ivi compresi gli innumerevoli traffici di Aviazione Generale autorizzati, che potranno così svolgere la propria attività anche nelle giornate di sabato e festivi, a tutto vantaggio del territorio e della sua popolazione".

 

 

Massimo Testa, socio dell'aeroclub e titolare della Max Aviation, società di manutenzione aeronautica che opera sull'aeroporto di Viterbo, invece parla anche di numeri: "Sono due anni, da quando la possibilità di poter volare nel fine settimana è stata sospesa, che l'attività dell'aeroclub è in sofferenza. Dai circa 30-40 posti di lavoro nei tempi d'oro, siamo passati ai 5 o 6 di oggi. Ora è arrivato il momento di cominciare a recuperare il tempo perduto. Noi siamo pronti. E' dal 1961 che esiste questo aeroporto fiore all'occhiello per Viterbo - racconta ancora Testa - e metà dei comandanti sparsi per l'Italia sono proprio della nostra città. Non solo, anche tanti campioni mondiali di acrobazia sono nati qui. Siamo una eccellenza e anche famosa in tutta Italia. L'aeronautica è stata sempre in stretta collaborazione con il nostro Aeroclub e questa riapertura ci fa ben sperare in un'ottica di futura occupazione. Possiamo infatti riaprire finalmente anche la scuola di volo, che nel passato, così come oggi, può essere effettuata in particolare il sabato e la domenica, in virtù del fatto che i fruitori, erano lavoratori che per il resto della settimana erano impegnati. Con questa scuola, non dimentichiamolo, si può ottenere il brevetto di pilota. Siamo pronti a ricominciare, a rimettere in movimento tutto ciò che è stato fermo per due anni. Con un km di strada - continua a spiegare Massimo Testa - non si va da nessuna parte, con un km di pista si va in tutto il mondo. Per questo è importante avere un aeroporto anche solo di aviazione generale. Proprio ieri, un aereo uscito dalla nostra officina ha raggiunto la Florida dopo aver toccato la Francia, l'Inghilterra, l'Irlanda, l'Islanda, la Groenlandia e il Canada".

 

 

Mauro Rotelli che per primo ha dato la notizia, parla di una vittoria resa possibile da chi ha sempre creduto in questa possibilità e ha lavorato per questo: "Si potrà volare civilmente fin dal prossimo fine settimana - dice - un passo importantissimo perché avere l'assistenza al volo da parte della torre di controllo anche il sabato, la domenica e i festivi significa accogliere tutta l'aviazione generale interessata alla Tuscia e alle sue bellezze. Non dimentico chi ha sempre lottato per ottenere questo risultato, sia il Colonnello Cascino comandante dell'aeronautica militare, che Massimo Testa dell'aeroclub. Il lavoro di squadra, i solleciti, la tensione costante, la passione e la perseveranza, premiano oggi Viterbo con questo risultato di massima rilevanza per il nostro territorio. E' un nuovo inizio - conclude Rotelli - carico di speranza e di possibilità per tutta la città".