Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, "tombe aperte a Tarquinia". Il Pd: "Cimitero abbandonato"

Fabrizio Ercolani
  • a
  • a
  • a

Preoccupano le condizioni del cimitero monumentale San Lorenzo. Cappelle che necessitano d’interventi di manutenzione urgente con i proprietari che non riescono ad avere i permessi per avviare i lavori, tombe aperte con le bare in bella vista ed in alcuni casi appoggiate le une sopra le altre per dei cedimenti strutturali, e poi erbacce ovunque, strade piene di buche, in alcuni casi sono emerse anche le griglie: segno tangibile di una manutenzione praticamente inesistente.

 

Nell’ultima variazione di bilancio sono stati stanziati ingenti fondi, ora bisognerà capire la loro destinazione. Nei giorni scorsi il Pd aveva puntato il dito contro l’assessore al tecnologico Roberto Benedetti, sottolineando l’incuria e l’abbandono del cimitero. In particolare - precisano - l’attacco fotografa la situazione del cimitero: “Il grave stato d’abbandono in cui attualmente si trova il cimitero è imperdonabile: oltre la mancanza di pulizia, infatti, risulta privo di elettricità in parecchie zone, i bagni sono in uno stato inaccettabile, l’acqua che cade dai terrazzi del lato nuovo invade le tombe sottostanti, le aiuole e le aree verdi sono nell’incuria più totale e l’erba ormai cresce dappertutto”.  E ancora: “Ci sono cittadini che hanno chiesto l’autorizzazione per sistemare le tombe danneggiate dei propri cari, senza che riescano ad avere neanche uno straccio di risposta”. Un luogo che dovrebbe essere curato nei minimi dettagli lascia intravedere i segni tangibili dell’inesorabile scorrere del tempo.

 


Altra problematica soprattutto per gli anziani, quello relativo alla mobilità. Chiuso per ordinanza del sindaco, ad ottobre 2020, l’accesso alle auto all’interno del cimitero, in molti, soprattutto i disabili, hanno dovuto rinunciare da mesi ad andare a trovare i propri cari. L’opposizione, ed in particolare il consigliere Manuel Catini, ha presentato in Consiglio comunale il progetto “Ti accompagno”: un servizio che prevede il trasporto delle persone anziane e con difficoltà motoria all’interno del cimitero monumentale, per far visita ai propri cari con mezzi di cortesia.  Il progetto doveva essere discusso entro pochi giorni in apposita commissione. Ad oggi, dopo continui e ripetuti rinvii, il presidente della commissione Federico Ricci non ha ancora previsto una data per dibattere della problematica. Nel frattempo aumentano malumore e disagi.  Per restituire il giusto decoro al luogo, necessitano interventi non più procrastinabili nel tempo.