Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, morto mentre andava al mare in moto. Disposta l'autopsia sul corpo di Alessandro Salera

B. M.
  • a
  • a
  • a

Sarà effettuata l’autopsia sul corpo di Alessandro Salera, il 33enne di Vignanello morto domenica lungo la strada per Fregene, quando la moto sulla quale viaggiava per raggiungere il mare si è scontrata con un’auto, Skoda, che secondo una prima ricostruzione viaggiava in senso contrario. Il magistrato ha disposto l’esame autoptico e ha posto sotto sequestro i due mezzi. La salma del 33enne è stata trasferita all’obitorio di Roma.

Un messaggio di cordoglio e di vicinanza alla famiglia è stato pubblicato sulla pagina ufficiale del Comune di Vignanello: “L’amministrazione, a nome di tutta la cittadinanza, si stringe al dolore immenso di Lorella e Claudio per la prematura e tragica scomparsa di Alessandro”. Un dolore che in queste ore unisce Vignanello a Civita Castellana, dove Alessandro da cinque anni, insieme alla fidanzata, gestiva bar Mithos, situato in piazza della Liberazione. Il ragazzo è morto a Ponte Galera, vicino a Fregene, la destinazione di quella uscita domenicale in compagnia di un amico, anche lui in sella a una moto. L’incidente è avvenuto intorno alle 11,30 tra Osteria Nuova e Santa Maria Galeria, quando il mare di Fregene era ormai vicino alla linea dell’orizzonte.

 

Per cause ancora in corso di accertamento, il barista ha perso il controllo della Harley Davidson mentre percorreva una curva e si è schiantato contro una Skoda guidata da un 75enne ed è stato sbalzato di sella. Sul posto è intervenuta una pattuglia dei vigili urbani del XIV gruppo Monte Mario insieme al 118. I sanitari hanno tentato di rianimare il 33enne ma non c’è stato nulla da fare. L’impatto violentissimo con l’asfalto è stato fatale.