Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, rapina e furto. Catturato latitante durante i controlli per il rave a Valentano

  • a
  • a
  • a

I carabinieri della stazione di Cellere, durante un servizio perlustrativo finalizzato al controllo del territorio, nel contesto dei servizi svolti capillarmente, per monitorare, identificare ed arginare i flussi di persone che in questi giorni arrivavano o lasciavano il “rave” di Valentano, hanno notato un soggetto da sottoporre a controllo che comunque alla vista dei Carabinieri ha assunto un atteggiamento evasivo , cosa che non è sfuggita alla pattuglia che ha avviato immediatamente, verifiche di profondità sulle banche dati, scoprendo che il soggetto era ricercato in Albania dal 2016, poiché condannato ad oltre 8 anni di carcere per rapina e furto. Immediatamente il latitante è stato bloccato e dichiarato in arresto e tradotto presso il carcere di Civitavecchia in attesa di essere estradato in Albania.

Dopo il rave, durante le operazioni di deflusso nella mattinata di giovedì 19 agosto, sono state oltre 3.000 le persone identificate e più di 1.000 gli automezzi controllati nell’ambito dei servizi nelle zone circostanti al lago di Mezzano, nel Comune di Valentano, dove si è svolto un rave party. È in corso anche una intensa attività investigativa per accertare la commissione di reati nel corso del raduno musicale. È quanto si apprende da fonti della questura di Viterbo. Intanto proseguono le operazioni di monitoraggio e controllo delle zone circostanti all’area del rave party, soprattutto lungo i litorali del lago di Bolsena, al fine di verificare l’eventuale presenza di persone provenienti dal raduno musicale.

 

Sono quattro le persone denunciate: due italiani e due olandesi. Erano su dei camion che trasportavano degli impianti audio. I mezzi e il materiale è stato sequestrato, le persone sono state segnalate per il reato di invasione di terreno privato e due di loro anche per resistenza a pubblico ufficiale perché hanno tentato di forzare il posto di blocco verso la Toscana con il loro camion.