Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, allarme furti. A Vitorchiano potenziata la videosorveglianza

  • a
  • a
  • a

L’amministrazione comunale di Vitorchiano ha avviato il potenziamento del sistema di videosorveglianza, attivo ormai da alcuni anni. “In queste settimane - spiegano dal Comune - si sta lavorando per un’ulteriore potenziamento, sia con telecamere ambientali sia con telecamere fisse, per il riconoscimento digitale e automatico delle targhe in transito”. 

 

“Da alcuni anni - ricorda il Comune di Vitorchiano - il servizio di videosorveglianza è attivo su molte aree del territorio. Un impianto partito con installazioni nei quartieri di Pallone e Paparano e che ha poi progressivamente coperto il territorio con l’aggiunta di punti di ripresa, in particolare in luoghi sensibili come scuole e incroci. Oltre alla registrazione delle immagini, il nuovo impianto permette oggi un controllo attivo e in tempo reale delle telecamere: un obiettivo raggiunto in tempi rapidi dall’amministrazione Grassotti che vi aveva lavorato fin dall’insediamento nell’estate 2016 per dare una risposta ad una precisa richiesta dei cittadini. Un’azione concreta per fronteggiare il fenomeno dei furti in villa, del vandalismo e di molti altri reati comuni attraverso un controllo più efficace e puntuale del territorio".

 

 

Ricordiamo che nello stesso periodo è stato anche approvato un regolamento per il parziale rimborso delle spese sostenute dai privati per la realizzazione di un impianto domestico di sicurezza (così da alimentare sinergie pubblico-privato). Acquistate inoltre telecamere mobili con cui colpire e provare a fronteggiare anche quei reati, come l’abbandono dei rifiuti, saltuari nei modi, nei tempi e nei luoghi, nonché due telecamere laser, in dotazione alla polizia locale, con cui effettuare verifiche puntuali (anche a distanza e immediate, partendo dal numero di targa dei veicoli fermi e in movimento) dei mezzi presenti sul territorio e in grado di fornire subito informazioni su posizione assicurativa, bollo e sul fatto che i mezzi stessi risultino rubati o meno. In queste settimane, infine, si sta lavorando per un’ulteriore potenziamento del sistema per garantire il riconoscimento digitale è automatico delle targhe in transito”.