Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, rave illegale. "Turisti costretti a fuggire dall'agriturismo". Paura vicino Valentano

  • a
  • a
  • a

I turisti sono dovuti fuggire dopo l’invasione nella tenuta di famiglia. A pagare il prezzo più caro per adesso è stata la struttura ricettiva - un agriturismo - di Roberto Camilli che sta proprio nell’area invasa dai partecipanti al rave. Ieri Piero, Roberto e Fabrizio Camilli hanno ricevuto la visita del deputato di Fratelli d’Italia Mauro Rotelli che ha commentato: “Un’oasi naturale completamente stravolta, la fuga dagli agriturismi e l’illegalità diffusa. Sulle vie d’accesso, i blindati delle Forze dell’ordine a fare da filtro, dentro un’area di centinaia di ettari, in cui regna l’anarchia, auto con la targa occultata e bivacco di migliaia di persone. Ho incontrato prima Piero Camilli, Roberto e Fabrizio Camilli, presso le strutture ricettive, da cui sono scappati turisti, con disdette fino a fine agosto".

 

 

Poi in Comune a Valentano per portare sostegno al Sindaco Stefano Bigiotti. Sempre ieri il primo cittadino ha ricevuto una delegazione di Forza Italia, composta dal commissario provinciale Andrea Di Sorte, dal vicesindaco di San Lorenzo Nuovo Fabrizio Ricci e da Paolo Manzi, "Abbiamo voluto dare un segnale di vicinanza al sindaco - ha spiegato Di Sorte - e portare la solidarietà di Forza Italia alla comunità che gravita intorno alla zona del rave e che sta vivendo giornate di forte tensione e paura".

 

 

Il senatore Maurizio Gaparri è tornato a chiedere lo sgombero: “Con il dovuto garbo ma con chiarezza richiamo l’impegno delle autorità nazionali perché questa situazione deve cessare. Questo rave della droga e della illegalità deve finire”. Anche i sindaci dei comuni confinanti della Toscana hanno protestato per la carenza di controlli che ha permesso alle persone di invadere l’intera zona.