Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, incendio distrugge le casette di San Giorgio a Tarquinia

  • a
  • a
  • a

Un incendio di vaste dimensioni ha distrutto ieri pomeriggio circa 15 ettari di sterpaglie nella zona residenziale di Sant’Agostino, nel comune di Tarquinia. Le fiamme sono scoppiate nel primo pomeriggio, intorno alle 13,30-14, probabilmente originate da qualche piromane, e nel giro di pochi minuti hanno devastato i campi agricoli e distrutto anche alcune casette in legno utilizzate dai contadini della zona come rimessa degli attrezzi e ricovero degli animali.

Strutture in legno che sono state ridotte in cenere dalla forza delle fiamme, aiutate anche dal vento. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Tarquinia e un nutrito gruppo di volontari dell’Aeopc di Tarquinia e della Protezione civile di Allumiere, Civitavecchia, Montalto di Castro e Castel Sant’Elia. Oltre ai volontari, a coordinare le operazioni di soccorso c’erano i carabinieri e sul posto è arrivato anche il sindaco di Tarquinia, Alessandro Giulivi, per sincerarsi di persona dell’evolversi della situazione. Prima di tutto sono state evacuate le casette e sono stati messi in salvo gli animali, poi sono iniziate le operazioni di spegnimento dell’incendio, domato solo nel tardo pomeriggio grazie, appunto, all’impiego massiccio di vigili del fuoco e volontari, costretti però a percorrere diversi chilometri per riempire le autobotti, data la totale mancanza di urbanizzazione nell’area interessata dalle fiamme. “Abbiamo operato senza sosta per riuscire a domare l’incendio”, ha raccontato nel tardo pomeriggio di ieri un volontario dell’Aopc di Tarquinia.

Una volta spento il rogo si è passati alla bonifica dell’area, proseguita fino a tardi, considerata la notevole quantità di fumo che ha continuato a levarsi verso il cielo sia dalle casette distrutte che dai campi. Dopo un inizio estivo che sembrava aver dato tregua alla zona del litorale tarquiniese, negli ultimi due giorni la situazione è totalmente cambiata. Anche venerdì scorso, infatti, Protezione civile e vigili del fuoco erano intervenuti per spegnere un altro incendio, scoppiato questa volta nella zona di Sant’Agostino.