Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, blocco prenotazioni vaccini fino a venerdì

  • a
  • a
  • a

Entro 48 ore, quindi venerdì prossimo, ripartirà il sistema di prenotazione dei vaccini messo ko dall’attacco hacker che negli ultimi giorni ha colpito il Ced (Centro elaborazione dati) della Regione Lazio mandando in tilt diversi servizi al cittadino. Tra questi, oltre appunto a quello di prenotazione dei vaccini, c’è anche il pagamento del bollo auto e del ticket e la prenotazione di visite specialistiche, ai quali ancora ieri era impossibile accedere. Chi ha bisogno di effettuare una visita si vede dunque costretto a recarsi direttamente agli sportelli della Asl. Problema già risolto, invece, per quanto riguarda la refertazione dei tamponi. Tutte le farmacie, infatti, da ieri registrano l’esito dell’esame direttamente sulla tessera sanitaria in modo tale che chi ha eseguito il tampone possa ottenere il rilascio del green pass.

“Nonostante i problemi legati all’attacco hacker a SaluteLazio, le farmacie non hanno interrotto i servizi di tamponi e vaccini per i cittadini che volevano vaccinarsi o che dovevano fare controlli per un contatto avuto, per tranquillizzarsi o mettersi in quarantena - conferma Eugenio Leopardi, presidente di Federfarma -. I servizi sono stati effettuati nonostante tutti i disagi per la registrazione a mano. Una modalità che proseguirà fino alla riattivazione del sito della Regione, al momento ancora bloccato per evitare ulteriori infiltrazioni”. “Siamo continuamente in contatto con LazioCrea (società che per la Regione gestisce l’area informatica, ndr), sperando che tutto possa riprendere al più presto. Le farmacie, anche in questo caso, si sono dimostrate capaci di rispondere e di supportare cittadini e istituzioni in emergenza. Sinceramente - conclude Leopardi - spiace vedere che ci sono soggetti che si divertono a giocare con la salute delle persone. E’ una cosa che lascia l’amaro in bocca”.

“Tutti i servizi di natura ospedaliera, le degenze, le emergenze e urgenze delle reti tempo-dipendenti sono tutte funzionanti, 118, 112, i pronto soccorso e la rete trasfusionale. Al momento sono sospese le prenotazioni per la specialistica ambulatoriale e i pagamenti del ticket, anche qui contiamo che vengano riprese in questa settimana”, ha annunciato sempre ieri l’assessore regionale alla sanità Alessio D’Amato. Intanto, la procura di Roma ha aperto un fascicolo per fare luce sul cyber assalto: l’indagine viene coordinata dal pool dei reati informatici ma anche da quello dell’antiterrorismo. I reati ipotizzati al momento sono quelli di associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico.