Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, festa abusiva a Sutri con centinaia di persone. Denunciato imprenditore romano

B. M.
  • a
  • a
  • a

Un imprenditore romano è stato denunciato dai carabinieri per aver organizzato una festa in un terreno di sua proprietà a Sutri, nella zona di monte Topino. I militari gli hanno contestato la mancata comunicazione alla questura e alla prefettura e l’assenza di autorizzazioni per la vendita di alcolici. La festa era anche a pagamento. All’appello hanno risposto centinaia di persone, provenienti in parte dalla Capitale.  A notte fonda, disturbati dai rumori e dalla musica a tutto volume, i vicini hanno chiamato i carabinieri.  Sul posto sono arrivate diverse pattuglie, provenienti da Sutri e dalla compagnia di Ronciglione e hanno sorpreso ancora molte persone, una cinquantina, intente a divertirsi. 

La festa ovviamente è stata bloccata e la musica spenta. I presenti sono stati tutti identificati. Ad alcuni di loro è stato anche contestato il reato di assembramento, visto che erano molto vicini e senza la mascherina obbligatoria. Ovviamente l’alcol ancora presente è stato posto sotto sequestro. 

 

 

Ancora pochi giorni e i presenti avrebbero anche dovuto mostrare il green pass che dal prossimo 6 agosto si renderà necessario per accedere a eventi pubblici in presenza. Ovviamente si parla di eventi autorizzati. Non era questo il caso.