Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, Santa Rosa. La patrona protagonista di un murale sulla Teverina

  • a
  • a
  • a

Quanto manca ai viterbesi la grande festa di Santa Rosa è chiaro a tutti. Quanto ci sia la voglia di celebrarla e tornare a gridare il suo nome per le vie della città, è altrettanto chiaro. Un tributo alla bellezza e al valore della santa viterbese lo ha regalato alla città l’artista Fabio Fasanari, 25 anni vincitore del concorso di E-distribuzione che, in tutta Italia, trasforma le cabine dell’Enel in qualcosa di artistico e di valenza culturale. E’ cosi che la Rosina viterbese è diventata la protagonista del grande murale in via Francesco Baracca di fronte al consorzio agrario. Svetta in tutta la sua bellezza circondata da petali di rosa. 

 

Martedì l’inaugurazione ufficiale con l’artista Fabio Fasanari (FaziArte), il sindaco Giovanni Arena, l’assessore alla cultura Marco De Carolis, la consigliera comunale Chiara Frontini, il presidente del sodalizio dei facchini di Santa Rosa, Massimo Mecarini e i rappresentanti di E-distribuzione Mario Scotto Lavina, capo unità Hse, e Massimo D’Agostini, capo unità operativa Viterbo. Fasanari è facchino di Santa Rosa e in quest’opera ha raccontato la grandezza della festa viterbese, ma anche il suo personale punto di vista. 

 


Con la speranza di poter tornare presto a gridare “evviva Santa Rosa” la sera del 3 settembre, il murale di FaziArte impreziosisce la città con un’opera spontanea e fedelmente attaccata ai valori della nostra terra. Ma soprattutto ricorda ai viterbesi che la festa si tornerà a fare appena possibile e che la piccola Rosa continuerà a vigilare sulla popolazione che da sempre le è così tanto devota.