Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, cimitero di Tarquinia vietato alle auto private. Consigliere comunale accompagna gli anziani con la sua macchina

Esplora:

Anna Maria Vinci
  • a
  • a
  • a

Tarquinia, al cimitero comunale è vietato accedere con le auto, e questa ordinanza crea disagi a molte persone, soprattutto agli anziani. Per questo motivo il consigliere di “Obiettivo Comune”, Manuel Catini, presenta il progetto “Ti accompagno”: un servizio che prevede il trasporto delle persone anziane e con difficoltà motoria all’interno del cimitero monumentale San Lorenzo per far visita ai propri cari con mezzi di cortesia. Catini si fa portavoce di questo disagio annunciando la presentazione di una mozione al prossimo consiglio comunale. Mesi fa, un cittadino impossibilitato a deambulare, aveva protestato incatenandosi davanti al Comune, da allora, però, la situazione non sembra essere cambiata. Da qui il progetto di Catini, che vuole ovviare con mezzi idonei al veto posto dall’amministrazione comunale.

All’interno del cimitero possono al momento circolare solo i mezzi autorizzati. “Considerato che, tra le tante persone che si recano quotidianamente al nostro cimitero, ci sono anche anziani, ritengo utile un servizio apposito e proprio da qui nasce l’idea del progetto - riferisce Manuel Catini - che si chiama ‘Ti accompagno’, per limitare i problemi causati dalla chiusura ai mezzi privati imposta dall’amministrazione comunale. L’obiettivo è quello di impegnare, tramite una delibera di consiglio comunale, la giunta ad istituire, con apposito atto, il progetto ‘Ti accompagno’ e a demandare agli uffici preposti tutte le procedure per l’affidamento di tale servizio mediante un avviso pubblico rivolto alle cooperative sociali e alle associazioni di volontariato. Occorrerà garantire in maniera continuativa il servizio durante l’orario di apertura del cimitero monumentale San Lorenzo per accompagnare le persone con difficoltà motoria. Per farlo occorrono risorse economiche. Tanti sono i cittadini che hanno manifestato queste difficoltà - conclude Manuel Catini - di cui mi faccio portavoce, pertanto, credo che un impegno di tutto il consiglio comunale sarebbe un chiaro segnale di vicinanza e sostegno ad una categoria che ha tutto il diritto di far visita ai propri defunti”. 

 

Alcuni mesi fa l’amministrazione comunale aveva ovviato utilizzando la Protezione civile per accompagnare un disabile a visitare la tomba della sorella, vi era stata anche una promessa ventilata di aiuto per chi ne avesse avuto la necessità, ma di fatto ad oggi molte persone anziane faticano o si trovano impossibilitate a raggiungere le tombe dei loro cari, per instaurare quel colloquio intimo che permette di continuare a interagire con loro.