Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, nonno Giuseppe Gatto vola ancora. A 80 anni dà spettacolo al rally aereo di Latina. La sua Ronciglione applaude

  • a
  • a
  • a

A ottant'anni, con alle spalle decine di migliaia di ore di volo, il “Micio volante”, la “Scheggia”, riesce ancora a contendere ad avversari più giovani e agguerriti la vittoria nei raid aerei. Giuseppe Gatto di Ronciglione, comandante pilota per lunghi anni della compagnia di bandiera italiana, anche nel VI Rally aereo dell'Agro Pontino Memorial Giorgio Bertolaso (in ricordo dell'asso aereo dell'ultima guerra) di Latina, impostato su 14 punti segreti da sorvolare e riconoscere nei tempi con con quote e velocità stabilite nel percorso, si è distinto per la sua bravura, sfoderando i suoi “artigli” di pilota esperto, sfiorando di pochi decimi la vittoria. 

 

Ha conquistato il secondo posto in una competizione in cui tutto il volo di ogni velivolo viene controllato da Gps posti a bordo. Una volta terminata la gara i Gps vengono scaricati per controllare i risultati. Il comandante Gatto, con il suo secondo posto, ha accumulato punti per il campionato italiano Rally Aereo 2021, che dopo varie gare in tutta Italia si concluderà a settembre con il Giro aereo internazionale della Sicilia che incoronerà il nuovo campione italiano (titolo vinto da Gatto per ben tre volte con quattro vittorie nel iro dell’isola). "Nonno Gatto – commentano i suoi estimatori - vola ancora, pilota con abilità il suo aereo, atterra e non arretra”. 

L’ultimo titolo italiano vinto da Gatto è quello del 2017: in quell’occasione il pilota ronciglionese mise a segno il terzo sigillo consecutivo grazie ad una serie di vittorie e al pieno rispetto delle regide norme previste dal regolamento imposto dall’Aero Club d’Italia per le gare di velocità. Anche in quell’anno Gatto, tra i vari successi, si era aggiudicato anche il Giro aereo internazionale di Sicilia con partenza e arrivo presso l’aeroporto Boccadifalco di Palermo.
Un particolare riconoscimento “per l’attività svolta in favore dello sport” è arrivato nell’occasione della terza vittoria del campionato italiano da parte del Comitato regionale del Coni del Lazio, che ha conferito al comandante Gatto la medaglia di bronzo al Valore atletico. La cerimonia di consegna, svoltasi alla presenza del presidente del Comitato Olimpico nazionale, Giovanni Malagò, si è svolta presso il Foro Italico, sede romana del Coni.
L'onorificenza della Medaglia al Valore atletico ha tre distinti gradi: oro, argento e bronzo; e può essere conferita agli atleti italiani che abbiano conseguito risultati sportivi “assoluti”, titoli o primati a livello mondiale ed europeo, nazionale ed internazionale e che si siano distinti ai Giochi Olimpici.