Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, morte Maria Sestina Arcuri: Landolfi assolto dall'accusa di omicidio. Condannato per le lesioni alla nonna. Esce dal carcere

Valeria Terranova
  • a
  • a
  • a

Morte Maria Sestina Arcuri, il fidanzato Andrea Landolfi è stato assolto dall'accusa di omicidio perché il fatto non sussiste mentre è stato condannato a 4 anni per lesioni ai danni della nonna Mirella Iezzi. Assoluzione per l'accusa di omissione di soccorso. Il verdetto della Corte d'Assise presieduta dal giudice Eugenio Turco è arrivata alle 20.15 di lunedì 19 luglio dopo 10 ore e mezzo di camera di Consiglio. I familiari dell'imputato sono scoppiati in lacrime. L'avvocato difensore Serena Gasperini ha atteso il verdetto vicino all'imputato. L'imputato è stato scarcerato e rimesso in libertà.

 

 

Andrea Landolfi, 32enne, ex pugile e operatore socio sanitario, era accusato di aver gettato dalle scale interne dell’appartamento della nonna, la fidanzata 26enne Maria Sestina Arcuri, la notte tra il 3 e il 4 febbraio del 2019 a Ronciglione. Il ragazzo è in carcere dal settembre del 2019 quando venne rinchiuso a Regina Coeli dopo la richiesta del pm Franco Pacifici che fu accolta dalla Cassazione. Il pm aveva chiesto 25 di pena, la difesa l'assoluzione.

I fatti avvennero la notte del 3 e 4 febbraio nella casa di Ronciglione della nonna dell'imputato, Mirella Iezzi. I due fidanzati, stavano insieme da qualche mese, avevano passato un fine settimana nella Tuscia insieme al bambino di lui. Quella notte erano stati, con il piccolo, in un pub e un ristorante ed erano rientrati nelle prime ore del 4 febbraio. Secondo alcune testimonianze avevano bisticciato. C'era stata una mezza scenata di gelosia di Sestina nei confronti del fidanzato perché parlava con una cameriera. Ma secondo l'imputato tutto era terminato e quando tornarono a casa i due scherzano sulle scale. Hanno perso l'equilibrio proprio in cima alla rampa per poi cadere insieme. Sestina ha avuto la peggio finendo in fondo alle scale. Per l'accusa invece le cose sono andate in maniera differente: i due avevano litigato e Andrea Landolfi in preda alla rabbia avrebbe sollevato la fidanzata gettandola per le scale. Sestina Arcuri, che dalla Calabria si era trasferita a Roma da pochi mesi per fare la parrucchiera, secondo le testimonianze del fidanzato e della nonna si sarebbe rialzata e solo qualche ora dopo, intorno alle 5 del mattino, si sarebbe aggravata. E' morta poi a Belcolle dopo diverse ore di agonia.