Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo Covid, studentessa rientrata da Dubai: "Ho avuto paura"

Alessio De Parri
  • a
  • a
  • a

“Ho temuto di restare in quarantena a Dubai per due settimane. Dopo i primi casi di Covid, siamo rimasti isolati nel campus. Poi, per fortuna, il tampone eseguito due giorni fa ha dato esito negativo e così siamo finalmente potuti rientrare a casa”. E’ il racconto di Arianna, studentessa viterbese di 17 anni, che ieri insieme ad altri cinque adolescenti della Tuscia è riuscita a tornare in Italia dagli Emirati Arabi Uniti. La comitiva, infatti, ha partecipato alla vacanza studio organizzata dall’Inps, in collaborazione con due tour operator, per imparare l’inglese. Un soggiorno, però, che negli ultimi giorni si è trasformato improvvisamente in incubo, visto che su 300 studenti italiani tra cui, appunto, il gruppo di Viterbo, 230 sono stati contagiati dal virus, compresi gli accompagnatori. Arianna, però, faceva parte del gruppo dove si sono verificati pochissimi contagi, 2-3 in tutto, e così ha avuto il via libera per rientrare, ovviamente dopo essersi sottoposta al test molecolare 48 ore prima del volo di ritorno.

“Per fortuna è andato tutto bene - afferma la mamma di Arianna -, anche se fino a qualche ora fa non sapevamo ancora se nostra figlia sarebbe riuscita a rientrare oggi (ieri, ndr). Va detto che il responsabile del tour ‘Giocamondo’, con cui era partita, ha gestito la faccenda in maniera davvero egregia. Dopo essersi prodigato per ricevere l’ok di Fly Emirates e Consolato italiano a Dubai, infatti, ha permesso che gli studenti negativi, subito isolati dopo i primi casi, potessero tornare, tenendo informate le famiglie in tempo reale degli sviluppi”. Anche ieri, peraltro, dopo essere sbarcata a Fiumicino alle 13.30, Arianna e i suoi amici hanno dovuto attendere oltre tre ore per riabbracciare i propri cari, visto che tutti sono stati sottoposti ad un ulteriore giro di tamponi antigenici nello scalo romano. Tamponi che hanno confermato la negatività al Covid. Infine ieri sono ancora scesi i nuovi casi in provincia. La Asl, infatti, ne ha segnalati tre (mercoledì erano 14 e giovedì 7): due a Vitorchiano e uno a Monte Romano.

“Di questi - ha reso noto l’azienda sanitaria nel bollettino - uno presenta un link epidemiologico con altri contagi già isolati, un altro è collegato ad una persona che ha dichiarato di avere sintomi al drive in e l’ultimo, invece, è collegato ad un tampone effettuato per l’accesso ad una struttura ospedaliera. Tutti stanno trascorrendo la convalescenza a casa”. In totale, dall’inizio della pandemia, i contagi salgono a 15.573. Ieri è stata comunicata la guarigione di un paziente residente a Monterosi. Le 38 persone attualmente positive nella provincia stanno trascorrendo la convalescenza nella propria abitazione.