Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, rifiuti Roma a Monterazzano. Arena: "Il conferimento non può andare oltre il 30 luglio"

  • a
  • a
  • a

"Come anticipato nel tardo pomeriggio di ieri, ho incontrato questa mattina il prefetto di Roma Matteo Piantedosi. Un incontro che si è rivelato molto cordiale, nel corso del quale ho avuto modo di illustrare dettagliatamente al prefetto di Roma la grave problematica che riguarda il conferimento dei rifiuti della Capitale presso la discarica di Monterazzano. Il dottor Piantedosi, che ringrazio ancora per la grande disponibilità, ha recepito totalmente le istanze del territorio e si farà portavoce di tali criticità durante l'incontro in programma oggi pomeriggio con il ministero, la Regione Lazio e Roma Capitale".

A parlare è il sindaco di Viterbo, Giovanni Arena, in prima linea sulla questione dei rifiuti: "Insieme al senatore Umberto Fusco (Lega), ai deputati Mauro Rotelli (FdI) e Alessandro Battilocchio (FI) e al consigliere regionale Enrico Panunzi (Pd), presenti con me all'incontro - prosegue il sindaco -, abbiamo ribadito ancora una volta che i conferimenti dell'immondizia proveniente dalla capitale nella discarica di Monterazzano non potranno andare assolutamente oltre il 30 luglio. Sono necessarie, anzi indispensabili, soluzioni alternative. Lo smaltimento dei rifiuti romani nella discarica viterbese deve cessare. Roma produce il 65 per cento dei rifiuti, e, qui il grande paradosso, non consente lo smaltimento nelle discariche del proprio Comune".

"Un'assurdità che non può essere più accettata e tollerata. Il tutto con il susseguirsi di ordinanze da parte della Regione Lazio con le quali vengono disposti ulteriori conferimenti, prolungando il periodo degli stessi. Una situazione inaccettabile e soprattutto insostenibile per il nostro invaso  - conclude nel suo intervento il primo cittadino -. Abbiamo pertanto ribadito al prefetto di Roma Piantedosi l'importanza della nomina di un commissario che ordini l’utilizzo delle discariche romane che si trovano attualmente chiuse. Nel pomeriggio avrò modo di aggiornare anche il consigliere regionale Silvia Blasi (Movimento 5 Stelle), che non ha potuto partecipare all'incontro".