Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, bollettino di giovedì 15 luglio. Sette nuovi contagi, 4 al rientro dalle vacanze

  • a
  • a
  • a

Sette casi accertati di positività al Covid sono stati comunicati, entro le ore 11, dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle al Team operativo Coronavirus della Asl di Viterbo. Gli ultimi referti di positività sono collegati a tamponi eseguiti su cittadini residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 2 a Viterbo, 1 a Bassano Romano, 1 a Bomarzo, 1 a Canepina, 1 a Faleria, 1 a Gradoli. Dei casi odierni: 2 sono persone di rientro da un viaggio in Sardegna, 2 da un viaggio in Spagna, 2 sono collegate a persone che hanno dichiarato di essere sintomatiche al drive in, 1 è collegato ad un tampone effettuato da un cittadino per motivi di viaggio. Tutti stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio.

Il Team prosegue, anche in queste ore, a mettere in campo tutte le misure di prevenzione e di protezione, al fine di contenere la diffusione del virus, irrobustendo la catena dei contatti stretti, con la preziosa collaborazione delle Amministrazioni comunali. In totale, alle ore 11 di questa mattina, i casi di positività al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 15570. Nella giornata di oggi non si sono verificati nuovi casi di guarigione dal COVID-19. Al momento, delle 36 persone refertate positive al Coronavirus, tutte stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio. Resta a 15080 il numero delle persone negativizzate, 454 sono le persone decedute. Dall’inizio dell’emergenza COVID, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 176390 tamponi, 301 nelle ultime 24 ore. Ad oggi i cittadini che hanno concluso il periodo di isolamento domiciliare fiduciario sono 21443. La Asl di Viterbo raccomanda tutta la popolazione, in particolare i cittadini che, in questi giorni, sono in viaggio o di ritorno da un periodo di vacanza, di non abbassare il livello di prudenza e di proseguire ad adottare tutti quei comportamenti necessari a prevenire il contagio e la trasmissione del virus, anche considerando l’emersione oramai acclarata di varianti virali più diffusive.

L’Azienda, inoltre, ricorda che, nel caso in cui si fosse venuti in contatto con casi accertati, partecipato a situazioni sociali di assembramento e in presenza di sintomi riconducibili al Coronavirus, è necessario rivolgersi al proprio medico curante o al Team operativo Coronavirus per sottoporsi a eventuale test diagnostico, antigenico rapido o molecolare standard, presso i drive in attivi nella Tuscia: in località Riello a Viterbo e negli ospedali di Tarquinia, Civita Castellana e Acquapendente.