Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, il sindaco Arena: "Benemerenza a Leonardo Bonucci"

Bonucci riceve i complimenti del presidente Mattarella

  • a
  • a
  • a

"La città di Viterbo vuole dire grazie al suo campione. Ho già avuto modo di parlarne direttamente con lui. L’amministrazione comunale gli conferirà la benemerenza civica, già precedentemente deliberata". Lo annuncia Giovanni Maria Arena, sindaco di Viterbo, che vuole rendere omaggio al concittadino Leonardo Bonucci. "La Nazionale italiana di calcio è campione d’Europa anche grazie al suo prezioso contributo - ha sottolineato - Un ragazzo che ha mosso i primi passi sui campi della nostra città, un grande campione che in occasione della finale della scorsa domenica, a Wembley, contro l’Inghilterra, ha saputo riportare in parità una partita che già dal secondo minuto di gioco si era messa in salita per i nostri azzurri. Leonardo Bonucci è un grandissimo campione, un eccellente sportivo che rispetta l’avversario e le regole del fair play".

"E' un esempio per i giovani, ancor di più per chi ha la sua stessa passione per il calcio e spera di diventare un giorno un grande campione. Viterbo è orgogliosa di Leonardo. Non appena possibile concorderemo un incontro che possa rendere merito e onore a questo grande campione europeo, questo nostro 'orgoglio etrusco', come di recente hanno ricordato i tifosi della Curva Nord di Viterbo in uno striscione dedicato a Leonardo".

Bonucci, che a Wembley aveva festeggiato la vittoria dell'Europeo contro l'Inghilterra ai calci di rigore insieme a papà Claudio, al fratello maggiore Riccardo, e ad altri amici provenienti dalla Tuscia, lunedì scorso aveva ospitato una delegazione di cinque viterbesi, anche in questo caso amici di vecchia data del difensore cresciuto a Pianoscarano, all'Hotel Parco dei Principi di Roma, dove si è svolta la cena dei festeggiamenti per il trionfo azzurro. Ora per Leo è tempo di staccare la spina e di andare in vacanza con la famiglia prima di tuffarsi nella nuova stagione, con la Juventus e, ovviamente, con l'Italia di Mancini.