Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, sindaci più amati: Arena scala tre posizioni

 Il sindaco Giovanni Arena e l'assessore Alessia Mancini

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Scala tre posizioni in classifica e guadagna l’1,4% dei consensi rispetto al giorno dell’elezione. Per il sindaco Giovanni Arena il Governance Pool 2021, pubblicato ieri dal Sole 24 Ore, è una piccola iniezione di fiducia dopo le pesanti critiche subite negli ultimi tempi. Il sondaggio è stato eseguito su un campione di 600 abitanti divisi per sesso, età e residenza, nel periodo compreso tra il 1° aprile e il 28 di giugno. 
Arena si piazza quest'anno al 64° posto (lo scorso anno era al 67°), a pari merito con la collega di Vibo Valentia Maria Limardo, con il 52,54% dei consensi. La maggioranza dei viterbesi interpellati, dunque, se un domani si tornasse alle urne voterebbe ancora per l'attuale sindaco. 


Debacle di Nicola Zingaretti, invece, nella classifica dei governatori: il presidente della Regione Lazio si piazza solo al 14° posto su un totale di 16, anche se i suoi consensi salgono rispetto al giorno della rielezione: dal 31 al 43% Tornando ai sindaci, nel Lazio Arena è terzo posto: al primo, 13° su scala nazionale, si piazza il sindaco di Latina Damiano Coletta, con il 58,1% dei consensi, ma in caduta libera rispetto al 75,1% con cui aveva conquistato la fascia tricolore. In seconda posizione c’è il primo cittadino di Frosinone Nicola Ottaviani, anche lui di centrodestra, 30° posto nella graduatoria nazionale con il 56,5% dei consensi. Dopo Arena troviamo il reatino Antonio Cicchetti, che è 90° in Italia. Chiude la classifica regionale e per poco anche quella nazionale la sindaca di Roma Virginia Raggi (94° posto), che oggi mette insieme il 43% dei consensi a fronte del 67,2 ottenuto nel giorno in cui fu eletta.

A dimostrazione di quanto cadenti siano ormai le 5 Stelle, anche il risultato sconfortante della torinese Chiara Appendino, che si piazza a pari merito con la Raggi. In testa alla classifica c'è il sindaco di Bari Antonio Decaro con il 65% dei consensi (due punti in più rispetto al giorno dell’elezione), al secondo quello di Venezia Luigi Brugnaro (62%), al terzo quello di Bergamo Giorgio Gori (61%), mentre il fanalino di coda è il sindaco di Catania Salvo Pogliese (centrodestra) con il 30% dei consensi. Tra i sindaci più noti, l'inossidabile Clemente Mastella, ras di Benevento, è al sesto posto, il fiorentino Dario Nardella al 22°. Beppe Sala, sindaco di Milano, scivola sotto il 50% e si piazza all'81° posto, mentre al sud si segnalano le disfatte di Leoluca Orlando e Luigi De Magistris, rispettivamente 102° e 104°.
“Arena rientra in un club ristretto di sindaci, soltanto tredici, che salgono di oltre 1,4 punti percentuali rispetto al 2020. Da un punto di vista politico – affermano i consiglieri di Forza Italia - è eloquente un fatto: mentre la minoranza consiliare parla soltanto sui giornali, il sindaco di Viterbo, evidentemente, parla anche con la gente ed arriva, come certifica uno dei sondaggi più rilevanti ed attesi dell’anno, al cuore delle persone”.