Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo Covid, vaccini in camper. Giovedì 1 luglio parte il tour. Prima tappa a Montalto di Castro

  • a
  • a
  • a

Domani, giovedì 1 luglio,  a Montalto di Castro parte anche nella Tuscia la campagna itinerante vaccinazioni anti Covid avviata dalla Regione Lazio. Il camper di medici e infermieri della Asl di Viterbo, a partire dalle ore 9 e fino alle 16, sarà posizionato all’esterno del Poliambulatorio, in via Castrense 312 e provvederà a ospitare i cittadini, contattati in queste ore dalla centrale operativa aziendale con una modalità proattiva di raccolta delle adesioni, ai quali sarà erogato il vaccino Johnson & Johnson che prevede una sola somministrazione.

La seconda tappa del tour vaccinale avrà, invece, luogo al poliambulatorio di Valentano, in via delle Mura Castellane, sempre con lo stesso orario. "L’iniziativa messa in campo dalla Asl di Viterbo intende articolare ulteriormente la campagna vaccinale, in un’ottica di prossimità, coerentemente con tutte le azioni sviluppate dall’azienda sanitaria in questi mesi, ed è rivolta principalmente alle fasce di età individuate prioritarie nel piano vaccinale e che possono avere più difficoltà a raggiungere le sedi vaccinali attive nella provincia", si legge in una nolta della Asl. Altro fattore volto a facilitare l’adesione è la scelta del vaccino, a vettore virale Janssen di Johnson & Johnson, monodose e che non necessita di richiamo. La presenza dei professionisti e del camper Asl sul territorio rappresenterà anche un momento di confronto e un’occasione per la popolazione di chiedere chiarimenti, cercare risposte ai dubbi e avere informazioni sulla base dello stato di salute circa la soluzione più appropriata nella scelta del vaccino, nonché per valutare con il curante e con il medico vaccinatore eventuali controindicazioni.

 

"Grazie alla collaborazione che, fin dall’inizio della pandemia, si è creata con tutti i Comuni del Viterbese, anche per questa iniziativa gli amministratori locali stanno realizzando azioni sensibilizzazione della popolazione, affinché le adesioni alla campagna itinerante possano consentire al camper della Asl di toccare il numero più ampio possibile di paesi", concludono dalla Asl.