Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, terme libere. I carabinieri controllano Bullicame, piscine Carletti e Zitelle

  • a
  • a
  • a

Visita dei carabinieri, ieri mattina 29 giugno, alle terme libere di Viterbo: Bulicame, Carletti e Zitelle. I militari dell’Arma, accompagnati dal dirigente del settore ambiente e termalismo Eugenio Monaco, hanno chiesto lumi sull’esistenza delle autorizzazioni allo scarico delle acque termali, ovvero allo smaltimento dell’acqua e del fango sorgivo che fuoriesce dalle pozze e che finisce o nei campi o nei fossi, nel caso del Bulicame in quello della Madonna degli Occhi bianchi. 

“Non c’è alcuna indagine penale in corso - assicura il dirigente di Palazzo dei Priori -, ma si tratta soltanto di una questione di carattere amministrativo dovuta a una certa confusione normativa. Con i carabinieri c’è stata piena collaborazione. Le autorizzazioni allo scarico in genere riguardano attività private, mentre qui siamo di fronte ad attività naturali che avvengono da secoli. Nello specifico, siamo in attesa di risposte dalla Provincia, che è l’ente competente su questo tipo di autorizzazioni. In ogni caso, approfitteremo della risistemazione dell’intera vicenda termale, per regolarizzare anche questa questione”.

 

A causa del sopralluogo con i carabinieri, Monaco non ha potuto partecipare ieri mattina alla prima parte del consiglio comunale: la discussione del Pef (piano economico finanziario) relativo ai costi del servizio di gestione dei rifiuti è quindi slittata alla tarda mattinata. Il Pef è stato infine approvato a maggioranza (19 voti favorevoli e 9 contrari). E' passato anche un emendamento proposto da Santucci (Fondazione), e fatto proprio da tutti i gruppi del centrodestra, che prevede, mantenendo immutati i costi, la rimodulazione della raccolta dell’indifferenziato nelle isola di prossimità delle zone C diminuendo i passaggi settimanali ma estendendo il servizio alla domenica, nella speranza di migliorare l’immagine di una città troppo spesso sporca agli occhi dei turisti.