Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, insulta una donna malata su Facebook. Quarantenne a processo

Valeria Terranova
  • a
  • a
  • a

Un quarantenne residente in un piccolo centro in provincia è finito nei guai dopo aver rivolto degli insulti tramite Facebook nei confronti di una trentenne. Ieri, martedì 29 giugno, in aula la donna, affetta da artrite reumatoide, costituitasi parte civile nel procedimento e assistita dall’avvocato Emilio Lopoi, ha raccontato la propria verità dopo 7 anni. La vicenda risale al giugno del 2014, quando l’imputato in due post pubblicati sul noto social network espresse il proprio risentimento verso la vittima e i suoi familiari, scrivendo frasi come “una pulisce i cessi degli alberghi, l’altra vive da parassita da una vita sulle spalle di tutti, senza un lavoro senza una macchina, vorrei proprio sapere dove trovi qualcuno con le pezze al c**o peggio di come ce l’hai te, donna invisibile. Invece di preoccuparti degli altri guardati un po’ te. Invece di curarti vai al centro estetico. Si sm tanto c’hai gli occhi storti le gambe storte e la bocca storta e tra qualche anno non camminerai non parlerai non vedrai, sarai da mettere in un sacco nero e da buttare nei secchioni, voglio proprio vedere chi ti sposa per portarti in giro in carrozzella!!!” e altre quali “Tutti leoni e poi chiamano il nonnino a mettermi paura, vergognati” aggiungendo inoltre “non ti augureremo mai del male anche perché peggio di quello che ti fai da sola non possiamo proprio”.

 

Al termine della propria testimonianza la giovane ha specificato che l’uomo nutriva dell’astio verso lei e alcuni componenti della famiglia da diverso tempo. “Il rancore che covava me lo ha manifestato anche di persona, insultando me e i miei familiari. Mio nonno lo ha chiamato perché c’era stata una lite scatenata da motivi futili. Dopo questo episodio non lo ha più fatto” ha concluso la vittima. L’imputato, che deve rispondere di diffamazione via social ed è rappresentato dall’avvocato Andrea Emilio Falcetta, del foro di Roma, non era presente all’udienza.

 

Il giudice Roberto Colonnello, una volta presi in considerazione i pareri delle parti, ha programmato l’ultima udienza che sarà destinata a chiudere la fase istruttoria. Il dibattimento ormai giungo agli sgoccioli riprenderà il prossimo 12 ottobre con l’audizione dell’unico teste residuo. Tuttavia resta ancora da definire la data della discussione e dunque della sentenza, ma con molta probabilità il verdetto verrà emesso nel corso della stessa giornata. Insomma un storia nata sui social che è finita in un’aula di tribunale.