Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, un mercato agroalimentare tutto nuovo in piazza Fontana Grande

R. P.
  • a
  • a
  • a

Il mercato agroalimentare a piazza Fontana Grande. Questa la carta che l'amministrazione comunale sta per calare sul centro storico, con l'intenzione di riaccendere la vitalità nella parte antica della città e dare spinta al microtessuto economico che è in affanno.  A breve la partenza, in collaborazione con Coldiretti. Un'azione che è strutturata all'interno di un progetto che punta a mettere i mercati al servizio del territorio e farne strumenti di promozione dell'eccellenza e attrattori per dare dinamicità a piazze e vie agonizzanti. La linea è la stessa che ha portato alla nascita del mercatino contadino in piazza della Polveriera (Pianoscarano). Qui ogni sabato l'eccellenza dei prodotti portati in piazza dai contadini richiama tante persone e contribuisce a dare una spinta a un quartiere che meriterebbe molto ma risulta al margine della vita cittadina. 

 

 

“Il mercato di piazza Fontana Grande vuole essere un attivatore economico per i produttori di Coldiretti che parteciperanno ma anche per negozi e attività che si trovano in prossimità di questo spazio potenzialmente importante ma a lungo desertificato. Sarà stabile ogni mercoledì mattina e contiamo possa contribuire a portare le persone in centro”. Queste le parole dell'assessore allo Sviluppo Economico Alessia Mancini.  Ma gli interventi sul segmento dei mercati non finisce con piazza Fontana Grande. Palazzo dei Priori ha lavorato, in questi mesi, per rendere stabile anche il mercato di Slow Food. Tutti produttori di grande qualità e che sono impegnati a realizzare l'eccellenza del territorio saranno presenti, ogni terzo sabato del mese, all'interno del Giardino di Filippo a Ponte dell'Elce

 

 

“Usciamo da più di un anno molto duro – continua Alessia Mancinie c'è bisogno di iniziative che possano dare un contributo a riaccendere la vitalità della città. Come Sviluppo Economico siamo impegnati su questo fronte e siamo convinti che i mercati rappresentino una leva potente e possono giocare un ruolo, se di qualità e capaci di esaltare la tipicità, anche nel potenziamento del progetto Viterbo Città del Gusto. Calando una serie di tasselli puntiamo all'attivazione di sinergie tra produttori e somministratori che possano diventare anche un modo di raccontare il territorio ai turisti. Quando un ristorante fa entrare nella sua cucina i prodotti tipici del posto di fatto diventa soggetto attivo nella costruzione e diffusione della nostra identità e contribuisce a dare a Viterbo il carattere di città del gusto”. Il tema di Viterbo Città del Gusto è frutto di un lavoro in sinergia tra Assessorato all'Agricoltura e Assessorrato allo Sviluppo Economico e si sostanzia di un app e di un portale dedicato dove vengono messe in evidenza le realtà imprenditoriali che generano questo tipo di valore aggiunto.