Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Covid free metà Comuni della Tuscia. Il primato dei positivi è a Gallese con 34 persone che hanno ancora il virus

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Metà della provincia di Viterbo è “libera dal male”. I comuni attualmente Covid free, con gli ultimi 15 negativizzati di ieri, sabato 19 giugno, sono in totale 27. Il virus non è più presente ad Arlena di Castro, Barbarano Romano, Bassano in Teverina, Bassano romano, Blera, Calcata, Canepina, Capodimonte, Carbognano, Castel Sant'Elia, Castiglione in Teverina, Celleno, Cellere, Civitella d'Agliano, Faleria, Farnese, Gradoli, Grotte di Castro, Lubriano, Marta, Proceno, San Lorenzo Nuovo, Tessennano, Tuscania, Vallerano, Vignanello e Villa San Giovanni in Tuscia.

Le persone positive sono invece 123 in 33 comuni. Il primato dei contagiati spetta in questo momento a Gallese: ben 34 pari all’1,2% della popolazione (composta da 2.788 abitanti), e al 24% dei contagiati totali in provincia. Un dato allarmante, ma che trova spiegazione nel recente focolaio che si è sviluppato, a partire da un bar, nel piccolo comune della Bassa Tuscia. Per tutti i positivi il link epidemiologico è noto. Il secondo gradino di questo poco invidiabile podio spetta a Tarquinia, dover si registrano al momento 14 contagi, mentre Viterbo – che pure al Covid nei mesi scorsi ha pagato un pesante tributo, sia in termini di infezioni che di morti –, conta attualmente solo 4 positivi su una popolazione totale di 67 mila abitanti, pari a un infinitesimale 0,01%. Salvo eventuali nuovi focolai, il capoluogo con questi numeri diventerà un comune Covid free molto presto. Tra i paesi che hanno ancora un numero significativo di contagi in proporzione agli abitanti, ci sono Acquapendente (5), Bomarzo (4), Fabrica di Roma (6), Montalto di Castro (7), Monte Romano (8), Monterosi e Oriolo Romano (4), mentre l’allarme è decisamente rientrato in centri più popolosi come Civita Castellana (7), Montefiascone (2), Vetralla (1) e Nepi (1).

I morti registrati nella Tuscia dall’inizio dalla pandemia a oggi, sono stati 453: la maglia nera spetta a Viterbo con 119 decessi. Seguono distaccati Montefiascone (37), Civita Castellana (21), Nepi (17), Vetralla (16), Orte (15), Bassano Romano (14), Tuscania e Tarquinia (13), Soriano nel Cimino e Celleno (11), Acquapendente (9). In proporzione agli abitanti, il tributo più alto lo pagano Celleno e Bassano Romano, ma in questi casi l’alta mortalità va messa in relazione con i focolai che si sono sviluppati all’interno delle case di cura e di riposo per anziani. Ieri per la prima volta negli ultimi sette giorni, nessun nuovo caso è stato accertato dalla sezione di genetica molecolare di Belcolle. Dall’inizio dell’emergenza Covid, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 16.9484 tamponi, 227 nelle ultime 24 ore.  A ieri mattina i cittadini che hanno concluso il periodo di isolamento domiciliare fiduciario sono 21.318.